Secondo uno studio della Coldiretti nel 2014 ogni italiano mediamente ha buttato nel bidone della spazzatura ben 76 chilogrammi di prodotti alimentari. La tendenza a comprare cibo in eccesso che finisce nella pattumiera aumenta durante le feste in vista di pranzi e cene con amici e parenti. Per ridurre gli sprechi alimentari a Natale e nel resto dell’anno occorre pianificare con cura i menu settimanali, evitando di acquistare più cibo del necessario e riciclando gli avanzi con ricette creative.

Anche il congelatore può essere un valido alleato per conservare gli alimenti ancora commestibili avanzati. Le vaschette per il ghiaccio possono essere utilizzate per creare delle porzioni monodose di condimenti già cotti pronti all’uso: salsa al pomodoro, pesto, purea di verdure, olio d’oliva aromatizzato alle erbe o all’aglio, creme al cioccolato o ai mirtilli, succo di frutta.

Quando i cubetti si sono solidificati è possibile trasferirli dalla vaschetta per il ghiaccio in un sacchetto gelo per poi scongelarli nei giorni successivi. Sughi e pesto si possono conservare in freezer fino a 3 mesi. Ricordate di apporre delle etichette sui sacchetti indicando il contenuto e la data del congelamento.

Frutta, verdure e ortaggi

Molte verdure possono essere congelate dopo averle scottate per qualche minuto in acqua bollente. Il processo di cottura va interrotto immergendo le verdure in acqua fredda ghiacciata. Questo metodo può essere utilizzato per congelare carote, melanzane, broccoli, cavolfiori, fagiolini, cavoletti di Bruxelles e molte altre verdure. Grazie a questo processo le verdure una volta scongelate non si afflosceranno durante la cottura.

Gli avanzi di erbe e verdure possono essere utilizzati per preparare un brodo vegetale. Mettete a cuocere foglie, erbe e gambi di verdure in una pentola mantenendo la fiamma bassa. Fate raffreddare il brodo e congelatelo nei barattoli dello yogurt per averne sempre a disposizione una scorta all’occorrenza.

Se avete aperto un barattolo di ceci o di pomodori pelati, ma non lo avete terminato potete congelare gli avanzi direttamente nel loro contenitore. Sarà sufficiente ricoprirlo con della carta stagnola o della pellicola per alimenti.

Le arance, il lime e il limone possono essere congelati già a fette per essere pronti all’uso quando preparerete cocktail, zuppe e insalate. È sufficiente affettare sottilmente gli agrumi e disporli su un vassoio in freezer fino a quando non si saranno solidificati per poi trasferirli in un sacchetto gelo.

Pesche, nettarine, ciliegie e susine possono essere congelate per intero. Sarà sufficiente scongelarle alla sera per avere frutta fresca pronta da consumare per colazione insieme a muesli e cereali. La frutta fresca può essere anche sbucciata, affettata e riposta su un vassoio a congelare prima di conservarla in un sacchetto gelo. Le fette possono essere utilizzate per preparare gustosi frullati o in ricette a base di frutta cotta. Le banane possono essere congelate per intero. Per facilitare lo scongelamento tagliatele a fette di mezzo centimetro e disponetele sulla carta da forno. Una volta congelate trasferitele in un contenitore.

Pane e panini

Il pane e i panini possono essere congelati quando sono freschi o raffermi e scongelati al momento dell’utilizzo. In alternativa è possibile congelare la pasta del pane già lievitata e lasciarla scongelare e lievitare nuovamente prima della cottura. Le croste del pane e le fette rafferme possono essere utilizzate per preparare polpette. Il pane raffermo prima del congelamento può essere grattugiato nel robot da cucina o nel frullatore.

Uova e latticini

Anche le uova possono essere congelate. Gli albumi in eccesso possono essere conservati in pratici cubetti usando una comune vaschetta per il ghiaccio. I tuorli invece vanno congelati aggiungendo un pizzico di sale o un cucchiaino e mezzo di zucchero ogni 4 tuorli. Aggiungete delle etichette specificando se si tratta di uova dolci o salate per sapere in quali ricette utilizzarle una volta scongelate.

I tuorli possono essere congelati già sodi. Metteteli in una pentola, ricoprite con un po’ d’acqua e portate a ebollizione. Spegnete la fiamma e lasciateli raffreddare per 12 minuti prima di congelarli in un contenitore per il freezer. Scongelate le uova in frigo un giorno prima del loro utilizzo. Gli albumi vanno tenuti mezz’ora a temperatura ambiente per poter essere montati facilmente. Le uova scongelate vanno impiegate solo in preparazioni che prevedono la cottura. Le uova intere possono essere congelate dopo averle sbattute in una ciotola. Una teglia per muffin vi aiuterà a preparare porzioni pronte all’uso.

Formaggi a pasta dura, panna da montare, latte, yogurt, scorze di Parmigiano e burro possono essere congelati nei sacchetti gelo, direttamente nelle loro confezioni o all’interno di vasetti e vaschette per il ghiaccio.

26 dicembre 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento