Il desiderio di un fisico più tonico e in forma coinvolge uomini e donne in modo eguale. Soprattutto a ridosso con l’estate quando, complice anche l’imminente prova costume, in molti cercando di sciogliere quei chili di troppo accumulati durante l’inverno. Eppure la vita moderna non lascia molto spazio alla palestra, né garantisce tempo sufficiente per dimagrire in vista dell’ormai imminente vita in spiaggia. Dalla scienza, tuttavia, arrivano i risultati di un’interessante ricerca: pare sia possibile, con un workout adeguato, far valere un minuto di allenamento intensivo come 45 di attività fisica canonica.

Secondo quanto rivelato da una ricerca condotta dalla McMaster University, in Ontario, sarebbe possibile seguire una tipologia di allenamento breve che, tramite l’alternanza di intenso sforzo e rapido riposo, possa garantire risultati più veloci rispetto al classico workout. In media, è come se si concentrassero 45 minuti di fitness in uno solo, anche se va sottolineato come naturalmente non si possa aspirare a miracoli, né sovraccaricare eccessivamente il proprio fisico.

I ricercatori hanno sottoposto 27 uomini sedentario a 12 settimane di esercizio. I volontari sono stati divisi in due gruppi: il primo ha seguito un allenamento tradizionale, con 45 minuti di cyclette tre volte alla settimana. Il secondo, invece, si è prestato alla nuova tipologia di allenamento intensivo, con 12 minuti di allenamento, dove per 20 secondi si esegue una pedalata molto intensa, per i successivi due minuti si pedala normalmente e tre di riposo. I risultati sembrano essere stati sorprendenti: sebbene il primo gruppo abbia sviluppato una maggiore resistenza, per il resto i volontari hanno ottenuto medesimi obiettivi: stessi livelli di zucchero nel sangue, stesso tono muscolare, stessi benefici dall’allenamento aerobico. Non è però tutto, poiché il secondo gruppo – data l’attività concentrata e intensa – pare stimoli maggiormente la circolazione sanguigna e l’ossigenazione dei tessuti. Gli esperti, tuttavia, consigliano di non lanciarsi in prove casalinghe, bensì di affidarsi sempre a trainer formati per questo tipo di workout.

6 maggio 2016
Fonte:
Lascia un commento