Truevert è un motore di ricerca verde che ha l’ambizione di fondarsi in un modo originale sui criteri del Web 3.0.

Si sa che la ricerca semantica è un’evoluzione, o estensione, del World Wide Web che fa capo al suo inventore, Tim Berners Lee, per dotare le informazioni circolanti on line di un significato definito e facilitare l’interazione tra macchina ed essere umano.

I computer, grazie alla filosofia del Web semantico, potranno di conseguenza essere attrezzati per elaborare e comprendere meglio i dati contenuti nella rete, agendo su linguaggi e formati.

Truevert promette di fornire un sistema intelligente di navigazione focalizzato sui temi ecologici e sul punto di vista ambientale.

I risultati delle ricerche sono ottenuti tramite Yahoo Boss per poi essere organizzati e riordinati.

Secondo quanto sostengono gli autori del programma, Truevert impara i significati delle parole nello stesso modo in cui fanno le persone e a partire dal contesto in cui i termini vengono utilizzati.

Le modalità di ricerca cercano dunque di modellarsi sul processo di apprendimento e di ragionamento umano che è flessibile e non si presta a categorizzazioni rigide e fissate una volta per tutte.

Per concludere, ecco come viene presentato sulle pagine del progetto:

Truevert non dipende da alcuna artificiale tassonomia, ontologia, o vocabolario thesaurus. Impiega poco tempo nella ricerca, è scalabile e capace. Funziona in qualsiasi lingua. Piuttosto che limitare i risultati ad un piccolo insieme di siti selezionati manualmente, rende possibile recuperare tutti i documenti da qualsiasi fonte presente nel Web

4 novembre 2008
Lascia un commento