Gli imballaggi compostabili sono in aumento, mettendo in evidenza una sempre più diffusa sensibilità verso l’importanza del riciclo dei rifiuti. Nel 2016 sono state prodotte 46.800 tonnellate di imballaggi in plastica compostabile, gli imballaggi che una volta finito il loro ciclo di vita possono essere trasformati in fertilizzante.

Come rivela uno studio di Plastic Consult possiamo parlare di una vera e propria crescita di questo tipo di produzioni. Si è avuto un aumento del 59% rispetto al 2013. La plastica in generale rappresenta circa il 30% dei rifiuti urbani. Spesso però non vengono utilizzati per la raccolta dell’umido dei sacchetti biodegradabili e compostabili.

=> Scopri come utilizzare le foglie secche per il compost

Nonostante i dati da questo punto di vista non rivelino molta attenzione, altri riferimenti ci danno la conferma di come i cittadini siano più attenti nel favorire un ridotto impatto ambientale. Negli impianti che si occupano della produzione del compost arrivano ogni anno circa 31 mila tonnellate di bioplastica. Più di 73 mila sono costituite da plastica che deve essere lavorata per estrarre da essa i materiali utilizzati per la produzione di fertilizzante.

=> Leggi gli eco-consigli del CIC per il compost

Il compost ricavato dai materiali biodegradabili è molto importante per l’agricoltura, visto che gli esperti riferiscono che è essenziale per migliorare la fertilità del suolo. Da qui appare evidente il carattere fondamentale dei rifiuti organici. Un settore sempre più in crescita, che ha generato un giro di affari pari a 352 milioni di euro nel 2016.

Ciascuno di noi può dare il proprio contributo, dedicandosi con più accortezza alla raccolta differenziata, migliorando il proprio consumo consapevole e utilizzando i materiali ecosostenibili. In Italia i Comuni che favoriscono la differenziata ricevono degli incentivi per promuovere un aspetto importante dell’economia. In testa alcune regioni in particolare, come il Veneto con 25 kg di rifiuti riciclati per abitante in un anno e la Lombardia con 18. In coda la Sicilia con soltanto 4 kg per abitante.

10 ottobre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento