Il vostro cane è un compendio di emozioni e d’amore, ma sicuramente anche di sorprese. Nonostante la convivenza costante e la conoscenza reciproca, spesso alcuni comportamenti continuano a stupirvi e incuriosirvi. Del resto ogni quadrupede d’affezione possiede una propria indole, una particolare predisposizione, quindi un carattere che non esiterà a mostrarvi. Comportamenti buffi, anomali e divertenti potrebbero perciò far parte del rituale comportamentale del vostro amico, altri invece identificare una precisa risposta nei confronti dell’ambiente circostante. Ad esempio, ognuno potrà confermare di aver visto il proprio amico rotolarsi almeno una volta nel fango e nella sporcizia, specialmente subito dopo aver fatto un bagno oppure una toelettatura. Ciò avrebbe una spiegazione scientifica legata all’istinto primordiale di Fido, ovvero confondere il proprio odore e facilitare la caccia.

Un’altra pratica piuttosto in voga tra i cani consiste nell’annusarsi reciprocamente il posteriore, a prescindere dagli effluvi emanati. Questa tecnica serve a Fido per conoscere il nuovo amico, per determinare sesso, carattere, atteggiamento, salute e tipo di dieta. Invece la scelta molto diffusa di acciambellarsi prima di dormire strappa più di un sorriso affettuoso, eppure è un comportamento antico che rimanda alla vita selvaggia di un tempo, quando il cane viveva in natura. Arrotolarsi serviva per creare una piccola tana: girando in cerchio, si potevano scacciare piccoli insetti e altri ospiti indesiderati prima di dormire. Un altro comportamento conoscitivo è legato all’urina e alla minzione: poche gocce in presenza di persone nuove simboleggiano sottomissione. Una strategia che il cane attua anche con il proprietario durante i primi tempi di convivenza, per specificare l’assenza di aggressività. Spesso accompagnato da gesti rituali come sdraiarsi sulla schiena, coda tra le gambe e orecchie piegate indietro.

Iperattività, paura e comportamenti sconvenienti

Il vostro amico può alternare comportamenti iperattivi inseguendo persone, simili, auto o bambini in bici. Di primo acchito, si potrebbe pensare si tratti di un atteggiamento aggressivo, anche se in realtà Fido vuole solo giocare: per questo è sempre bene condurlo al guinzaglio. Al contrario, il quadrupede potrebbe risultare timoroso e sofferente in presenza di sconosciuti, rumori assordanti magari improvvisi, assumendo comportamenti di fuga o distruttivi. Importante ridimensionare la paura fornendo un angolo sicuro e calmo, dove nascondersi.

Di sicuro il cane potrebbe trasformarsi in motivo di simpatico imbarazzo ingerendo feci proprie o di altri cani, consuetudine diffusa tra i cuccioli di pochi mesi d’età. Ma anche attuato dalla madre per conservare una condizione di igiene nella cucciolata. Spesso il cane vi ricorre per cercare elementi nutritivi in più per la sua dieta, ma nel caso la procedura diventasse ossessiva, sarà bene interromperla così da impedire l’ingestione di batteri e parassiti.

Un altro atteggiamento che potrebbe creare un po’ di imbarazzo è quando il vostro amico risulta fin troppo ossessionato dalla vostra gamba, oppure da quella di qualche ospite. Ovviamente il cane potrebbe cercare di stabilire un contatto sessuale con l’arto seguendo l’istinto riproduttivo, ma serve anche per sfogare ansia o per dichiarare dominanza. Se troppo ripetitivo, sarà bene interrompere il tutto interpellando un educatore.

Per finire, tra i comportamenti rituali e buffi possiamo trovare il morso della coda: espresso occasionalmente simboleggia una parentesi ludica. Se ossessivo è dimostrazione di ansia e angoscia, fino alla problematica neurologica di un cane anziano. Infine, osservare un animale che struscia il posteriore per terra potrebbe risultare comico, ma in realtà nasconde un problema fisiologico: le ghiandole perianali sono infiammate e piene di liquido. Sarà importante condurlo dal veterinario per svuotare e ripulire la parte in modo igienico, così da interrompere il fastidio.

28 novembre 2014
Fonte:
Lascia un commento