Come sta il tuo cane? Te lo dice Fujitsu

I nostri amici a quattro zampe non hanno, purtroppo, il dono della parola. E così non solo non possono comunicarci i loro stati d’animo, ma nemmeno informarci sulle loro condizioni di salute, su eventuali dolori provati e molto altro ancora. Ben presto, però, potrebbe arrivare in aiuto di tutti i proprietari confusi un interprete elettronico, che renderà tutte le operazioni di cura canina più semplici. A produrlo è il colosso orientale Fujitsu.

Si chiama Wandant e non è altro che un collarino elettronico dotato di display, a cui sono collegati dei servizi da usufruire sul Web. Il collare tiene nota della temperatura del cane, dei battiti cardiaci, dei livelli di stress, della posizione via GPS e rimanda tutte le informazioni sul sito Web collegato al servizio. I proprietari, così, potranno tenere d’occhio le condizioni di Fido anche quando si è fuori casa, al lavoro o per momenti di piacere.

Per i più esigenti, poi, vi sono statistiche, grafici avanzati, applicazioni per smartphone iOS e Android e una community d’esperti a disposizione. Non è la prima volta, però, che il Giappone cerca di stupire il pubblico facendo dei passi in avanti nel campo dell’interpretazione canina. Di qualche anno fa, infatti, è l’immissione sul mercato di uno strumento – un interprete virtuale – che si proponeva di tradurre l’abbaiare del cane in un linguaggio comprensibile all’uomo. Non ha mai preso veramente piede, sia perché parecchio costoso, sia perché i dubbi sulle sue funzionalità sono stati sempre molti. Una cosa è monitorare dati reali come battito e temperatura, un’altra è assegnare un significato aleatorio a un “bau”.

27 novembre 2012
Lascia un commento