Convivere con un cane dona gioia e felicità, ma è indispensabile che anche Fido sia pulito e curato. Principalmente per preservare la sua salute e diminuire il rischio parassitario. Ma è giusto come sempre non eccedere e non esagerare, ad esempio se non si è pratici di pulizia e gestione dei cani durante il bagno, è meglio farsi aiutare oppure affidare il nostro amico alle mani esperte di un toelettatore.

Se invece preferite fare da soli è giusto considerare alcuni elementi prima di portare il cane in bagno e immergerlo nella vasca. Prima di tutto che non è un bambino, quindi potrà non amare il momento dell’immersione in acqua e dimostrandovelo in ogni modo. Quindi passate del tempo a tranquillizzarlo, facendolo svagare e coccolandolo mentre è dentro la vasca.

Utilizzate sempre prodotti specifici per la sua cute, mai bagnoschiuma o creme per l’uomo che potrebbero provocargli sfoghi o allergie. Utilizzate sempre acqua tiepida per rendere il momento del bagno piacevole, oltre ad evitargli raffreddori e problemi alle ossa. Lavate per ultima la testa perchè, una volta umida, il cane tenderà a scrollarla lavando anche voi con lui. È un gesto automatico che fa parte della sua natura, non un capriccio nè un dispetto. Se non volete che il resto del bagno si riempia d’acqua proteggete il pavimento con asciugamani vecchi o con della plastica.

Abbiate cura di non insaponare occhi e orecchie ma di lavarli con delicatezza e attenzione con un batuffolo di cotone, inoltre praticate il tutto con parsimonia ovvero non più di 4 o 5 volte l’anno. Rischiereste di minare la salute del pelo, alterando il PH, e del vostro cane; per il resto del tempo utilizzate oli specifici, salviette e unguenti utili per lucidare il pelo. Anche l’aceto è un ottimo disinfettante, specialmente se passato sul pelo con un panno pulito.

Evitate di lavarlo in corrispondenza di pasti, vaccini e dopo averlo cosparso con lozioni antiparassitarie. Spazzolate sempre il pelo prima di ogni bagno, in modo da eliminare quello in eccesso ed i nodi, ed asciugatelo sempre dopo utilizzando un asciugamano e una fonte di calore come l’asciugacapelli. E se per lui il bagno è un trauma, donategli un piccolo biscottino a fine tortura, così da rendere più gradevole l’evento.

18 aprile 2012
I vostri commenti
roberta, giovedì 21 maggio 2015 alle22:39 ha scritto: rispondi »

Mi piacerebbe lavare i miei cani nella vasca ma sono rottweiler e non riesco a metterli dentro, quindi li lavo nella doccia ma è molto scomodo......ogni volta è una battaglia....

Laura, lunedì 25 agosto 2014 alle19:53 ha scritto: rispondi »

Io lavoro la mia cagnolotta nella doccia, é comodo ed é bravissima.....

Lascia un commento