Come curare il raffreddore velocemente

Tanto comune quanto fastidioso, il raffreddore rappresenta una costante durante l’autunno e il periodo invernale soprattutto in corrispondenza di brusche variazioni della temperatura, responsabili di abbassare la capacità dell’organismo di difendersi da virus e batteri.

Altamente contagiosa, la malattia da raffreddamento non è una patologia grave sebbene possa provocare alcune complicanze che necessitano l’intervento medico, come la sinusite. Si tratta di una malattia virale che provoca un aumento delle secrezioni nasali accompagnate spesso da malessere, tosse, mal di testa e talvolta da lieve febbre. Il disturbo dura generalmente una settimana o dieci giorni al massimo, diventando estremamente contagioso nel primo periodo e scemando gradualmente fino alla totale scomparsa dei sintomi. Sebbene sia opinione comune che una vera e propria cura del raffreddore non esista, è comunque possibile mettere in atto strategie e rimedi per limitare il fastidio e abbreviare il tempo di guarigione.

=> Scopri durata e contagio del raffreddore


Ecco una panoramica delle soluzioni naturali più efficaci indicate per lenire i sintomi della comune rinite.

Acqua calda e sale

Sale grosso

Due ingredienti “poveri” come l’acqua e il sale sono capaci di dare vita a un rimedio efficace per decongestionare le vie nasali: è sufficiente far sciogliere del sale in acqua bollente preferibilmente distillata, usandola poi tiepida per inalarla una narice alla volta utilizzando, ad esempio, una siringa.

Unguento balsamico

Burro di karite

Un altro rimedio per curare velocemente il raffreddore è dato dall’utilizzo di unguenti balsamici da spalmare sul petto alla sera, prima di andare a dormire. Si preparano facendo scaldare del burro di Karitè e unendo alcune gocce di olio essenziale a piacere.

Zenzero e limone

Zenzero e limone

Una bevanda calda aiuta non solo a liberare le vie aeree ma anche a introdurre liquidi, fondamentali per fluidificare il muco e ridurre il rischio di sviluppare sinusiti o anche otiti. La tisana a base di zenzero e limone si rivela un toccasana dalle proprietà antinfiammatorie.

Miele e curcuma

Curcuma

La curcuma e il miele sono considerati alimenti ricchi di sostanze benefiche per la salute, dotati di qualità antibatteriche e antivirali: è possibile preparare uno sciroppo unendo 50 grammi di miele a mezzo cucchiaino di curcuma in polvere, creando così un preparato da assumere fin dai primissimi sintomi di raffreddamento.

Cuscini alle erbe montane

Erbe

Esattamente come i cuscini a base di noccioli di ciliegia aiutano ad alleviare i sintomi legati alla cervicale, quelli riempiti di erbe di montagna favoriscono la respirazione e “curano” le malattie da raffreddamento. È necessario scaldare il cuscino al microonde o vicino ad altre fonti di calore prima di collocarlo vicino al consueto cuscino poggiatesta.

=> Scopri i rimedi naturali contro il naso che cola


Suffumigi con Tea tree oil

Tea tree oil

Anche il Tea tree oil vanta proprietà antivirali notevoli e può essere usato per realizzare salutari suffumigi sciogliendone alcune gocce in una ciotola di acqua bollente. A questo punto è necessario inalare il fumo sprigionato dal liquido coprendosi la testa con un asciugamano.

Spremuta d’arancia

Arance

Può sembrare una teoria datata e scontata, ma credere che la spremuta d’arancia aiuti a far passare rapidamente il raffreddore non è un falso mito: questo frutto è infatti ricco di vitamina C, utile per rafforzare il sistema immunitario e per fissare il ferro nel sangue concedendo all’organismo l’energia necessaria per contrastare il virus.

4 ottobre 2018
Lascia un commento