Come curare l’alito cattivo del cane

Chi possiede un cane conosce benissimo la profumazione intensa prodotta dal respiro giocoso del proprio amico. E il più delle volte questo impeto di gioia ci travolge la mattina presto, o all’improvviso. Spesso non è nulla di grave, ma potrebbe anche nascondere qualche problema di salute.

Solitamente la causa è una cattiva igiene orale del proprio amico, residui di cibo e peli, oppure alimenti troppo ricchi di sapore. Ma anche denti trascurati, problemi di digestione, fino a malattie più serie come tumori, diabete o infiammazioni delle gengive o del tessuto che circonda il dente. La bocca del cane è un luogo da curare con attenzione, per prevenire problemi e complicazione. Inoltre l’alitosi è un campanello d’allarme che mette in guardia da patologie più gravi.

Una buona abitudine è quella di lavare con costanza i denti di Fido. La tecnica più facile è quella di stendere sulle dita pulite un po’ di dentifricio per cani e sfregare con delicatezza denti e gengive. Esistono anche spazzolini specifici per questa pratica, ma l’essenziale è abituare l’animale a questa nuova routine.

Ma per contrastare definitivamente l’alitosi è importante consultare il Veterinario, il quale consiglierà rimedi adatti per la salute del cane. Meglio non improvvisare mai né fornire a Fido medicinali chimici o naturali adatti per l’uomo, ma probabilmente tossici per lui. Anche una modifica dello stile alimentare potrebbe favorire miglioramenti salutari. In ogni caso il fai da te non è mai consigliato, bensì è importante seguire indicazioni e proposte del medico. Il quale saprà fornire dati utili per aiutare Fido in questo percorso di guarigione.

La salute della bocca del cane è importante, come ci insegna l’esperienza personale. Una dentatura sana e curata favorisce una masticazione corretta, senza problemi di natura secondaria. Per questo, per il bene di Fido e del nostro portafoglio, è giusto seguirla accuratamente con una buona prevenzione.

16 ottobre 2012
Lascia un commento