Come i cani salvano la vita: 5 esempi

Il cane è un grande compagno di avventure: sempre al fianco dell’uomo, è una presenza benefica e molto attenta. La sua fedeltà è rinomata, come l’amore incondizionato e l’affetto smisurato che riversa verso il suo capobranco. Il quadrupede non è solo un valido guardiano del focolare, ma anche figura utile per la salute dell’umano. Grazie all’olfatto e alla vista è in grado di avvertire i pericoli, il suo sesto senso è sviluppatissimo come le capacità intellettive. Per questo è impiegato come animale da salvataggio, cane guida, poliziotto e molto altro. In alcuni casi riesce a predire il cambiamento ambientale, quindi l’arrivo di terremoti e uragani violenti. Mentre negli ultimi anni il suo è diventato un ruolo fondamentale in campo medico, perché può avvertire le variazioni glicemiche legate al diabete, l’arrivo di una crisi epilettica o anche annusare la presenza di cellule tumorali. Mai come ora il cane è un amico prezioso, utile per il benessere fisico oltre che emotivo.

Disastri naturali

Esiste una predisposizione da parte dei cani nell’avvertire l’arrivo imminente di qualche disastro naturale, anche se non vi è una certezza scientifica. La testimonianza della loro reazione è giunta fino a noi attraverso il passaparola, nonché racconti, gesta e storie tramandate nel tempo. A quanto pare, mostrerebbero un comportamento anomalo, maggiormente teso e stressato, proprio in concomitanza di un evento catastrofico. Gli animali più sensibili avvertirebbero prima le vibrazioni del sottosuolo prodotte da un terremoto in arrivo, oppure le variazioni energetiche date da un uragano o da un forte temporale. Le reazioni potrebbero apparire abbastanza simili, con una predominanza di ansia, paura, angoscia, necessità di abbaiare in modo forsennato e di scappare dal pericolo.

=> Scopri gli animali che possono predire i terremoti


Malattie gravi

L’olfatto sviluppatissimo del cane gli permette di avvertire la presenza di modifiche chimiche nel corpo umano, in particolare relative a patologie e malattie gravi. È in grado di riconoscere gli sbalzi glicemici, il sopraggiungere di una crisi epilettica, ma anche di annusare letteralmente la presenza delle cellule cancerogene. Una predisposizione certificata da moltissime testimonianze e riscontri scientifici, e portata avanti negli anni successivi. La prima esperienza, di quelli che sono definiti Medical Detection Dogs, è datata 1989 e vede l’opera del cane Trudy, intento ad annusare con insistenza un neo di Gillian Lacey. Alcuni esami rivelarono una presenza maligna che, una volta rimossa, non destò nessuna preoccupazione e interesse nel cane.

Pet Therapy

I cani sono ottimi compagni per la pet theraphy, alcune razze in particolare sono rinomate per l’indole giocosa, affettuosa e per l’amore per le coccole. L’animale viene addestrato a questo ruolo, spesso sin da cucciolo, quindi inserito gradualmente in ambienti specifici come ospedali, strutture riabilitative e ospizi. Al suo fianco il conduttore, che in molti casi è il proprietario, che deve guidarlo così da stabilire una comunicazione corretta. Il quadrupede diventa elemento di supporto per persone malate, anziane, ma anche sostegno reale durante la riabilitazione motoria e psicologica. Soprattutto in soggetti vittime di traumi, dove la terapia si avvale dell’interazione con il cane e del contatto con esso.

Sicurezza e guardia

Grazie all’attitudine per la guardia e alla difesa, il cane viene utilizzato dalla polizia come esemplare di supporto in azioni antidroga, ma anche nell’individuazione di ordigni chimici, bombe e prodotti proibiti. Fido è un valido animale da recupero e salvataggio sia in acqua che su terra, come ad esempio gli esemplari utilizzati per ricercare persone disperse sotto le macerie di un terremoto, oppure rapite o in evidente pericolo.

=> Scopri i cani guida per non udenti


Cani guida e disabilità

Addestrati appositamente, i cani guida migliorano l’esistenza delle persone diversamente abili, sia dal punto di vista fisico che mentale. Esemplari di assistenza possono condurre persone non vedenti, non udenti, ma anche disabili costretti a una mobilità ridotta o quasi assente. Molti cani sono in grado di spingere sedie a rotelle, aiutare nelle faccende domestiche e anche premere un tasto sul telefono per attivare il numero delle emergenze.

27 settembre 2017
Lascia un commento