Colosseo a rischio colli per colpa del traffico. Smog, rumore eccessivo e vibrazioni rappresentano secondo Legambiente un pericolo costante per il monumento simbolo della Città Eterna. A causare il danno sono “ben 3.400 veicoli all’ora, con un rumore assordante di 95,2 decibel dB(A)”. La giunta di Roma Capitale deve assolutamente intervenire per fermare alla radice la lenta, ma inesorabile erosione dei maggiori monumenti storici lungo via dei Fori Imperiali. Ad affermarlo Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio:

Le cause ultime del logoramento del Colosseo sono il traffico, lo smog e il rumore con le vibrazioni, l’unica soluzione e’ quindi la pedonalizzazione con il contestuale restauro. Non importa se i crolli sono piccoli o grandi, e vanno prevenuti e colpiti duramente gli atti vandalici, ma di certo Via dei Fori Imperiali e’ come una superstrada in una tranquilla giornata romana. Lo smog divora lentamente ma inesorabilmente i nostri monumenti, con una vera e propria reazione chimica a catena che ne sbriciola parti importanti, i tecnici parlano di ‘cancro della pietra’ e di ‘metastasi’, usando parole che pesano come macigni su chiunque ha a cuore la nostra meravigliosa città.

Le soluzioni secondo il responsabile per il Lazio dell’associazione ambientalista devono necessariamente andare oltre le “semplici” opere di restauro, ma prevedere un diverso piano riguardo la mobilità del centro storico:

Per questo assieme al restauro, va prevista immediatamente l’estensione della Ztl a via Cavour, per arrivare a breve alla pedonalizzazione completa dell’area. Da trent’anni si discute della pedonalizzazione, dal progetto di parco archeologico di Benevolo del 1988 al progetto Fori di Cederna. L’impegno – aggiunge – di Argan prima e Petroselli poi porto’ all’eliminazione della via del Foro Romano, che divideva il Campidoglio dal Foro Repubblicano e l’unione del Colosseo all’Arco di Costantino, realizzando la continuita’ dell’area archeologica. E’ il momento di ridare fiato a quelle meravigliose idee, Roma se lo merita.

30 dicembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento