L’utilizzo del collutorio è tra i possibili strumenti per la cura dell’igiene orale. Insieme a spazzolino, dentifricio e filo interdentale, questo liquido rappresenta un potente alleato per il benessere di denti e gengive. Una scelta che tuttavia deve essere consapevole e orientarsi verso prodotti naturali e privi di alcol.

La scelta di collutori senz’alcol è per evitare ulteriori irritazioni della mucosa. La linea Curasept Daycare è nata dalla combinazione dei 4 oli essenziali (mentolo, eucaliptolo, timolo e metilsalicilato)  usati in odontoiatria sin dalla seconda metà dell’ottocento, si è rivelata talmente efficace che è giunta praticamente invariata fino ai giorni nostri.

Numerose pubblicazioni ne hanno dimostrato l’ efficacia nella prevenzione di carie e malattie gengivali, nel trattamento delle gengiviti, nel miglioramento dell’igiene orale quotidiana, soprattutto nei siti difficili da raggiungere con filo scovolino e spazzolino. Gli oli essenziali sono ormai da anni impiegati con successo nel trattamento quotidiano dell’alitosi. Negli ultimi anni  sempre più pazienti ricorrono a collutori da usare quotidianamente, per migliorare la propria igiene orale e preservare la salute di denti e gengive .

 

Consigli utili per l’igiene orale

Prendersi cura della propria igiene orale passa anche per delle buone pratiche quotidiane, a cominciare dal lavare i denti almeno due volte al giorno e l’utilizzo regolare di filo interdentale. Evitare bevande troppo zuccherate o gassate può aiutare in tal senso, come il consumo di tè verde (utilizzato tra l’altro per la realizzazione di collutori contro l’alitosi).

Esistono poi alcuni rimedi naturali che contribuiscono a mantenere in salute denti e gengive. Queste ultime traggono beneficio soprattutto dall’utilizzo di propoli, chiodi di garofano, aloe vera e calendula. Utile anche masticare di tanto in tanto alcune foglioline di basilico, menta o salvia.

La cura dei denti è affidata, oltre ai già citati chiodi di garofano e basilico, a rimedi naturali quali cardamomo, timo e prezzemolo utilissimi anche contro l’alitosi. La prevenzione resta però l’arma più efficace contro le affezioni del cavo orale, quindi si conferma essenziale una corretta igiene della bocca.

In caso di utilizzo di collutori la raccomandazione è sempre quella di preferire prodotti che non contengano alcol, a causa  di possibili controindicazioni.

 

Collutori Curasept DayCare

Collutori senz’alcol agli oli essenziali Curasept DayCare

In quest’ottica viene presentata dalla Curasept Daycare una linea di collutori realizzati senza l’utilizzo di alcol e SLS (Sodio Lauril Solfato), in grado così di evitare non soltanto i possibili rischi legati ai prodotti contenenti alcolici, ma anche di ridurre possibili sensazioni di bruciore e irritazione a carico delle mucose.

Tre sono le tipologie di collutori presentate da Curasept Daycare: Protezione Completa; Whitening; Sensitive. Il primo punta come è facile intuire a una protezione generale, prendendosi cura del cavo orale grazie all’impiego di 4 oli essenziali ad alta efficacia (timolo, mentolo, eucaliptolo e saliciliato di metile) e sostanze funzionali selezionate quali fluoruro, zinco e xilitolo. Aiuta a contrastare batteri della placca e alitosi mantenendo in salute denti e gengive, ed è disponibile nei tre gusti menta fredda, menta forte e agrumi.

Il collutorio Whitening punta invece, oltre a proteggere denti e gengive, a rendere i denti più bianchi senza intaccarne lo smalto. All’impiego degli oli essenziali, del fluoruro e dello xilitolo si affiancano quelli di perossido di carbamide, un agente biancante utilizzato anche dagli specialisti, e di acido fitico (presente nei cereali integrali, nei legumi e nei semi oleosi) come difesa dalla carie e agente antitartaro.

Terzo collutorio della linea è il Sensitive, dedicato alla protezione del cavo orale di chi ha denti o gengive sensibili. È a base di oli essenziali, potassio di nitrato (agente desensibilizzante) e fluoruro. Fornisce un sollievo rapido in caso di sensibilità dentale a stimoli quali calore, freddo o sostanze acide.

18 aprile 2016
Lascia un commento