Colazione: saltarla aumenta rischio di malattie cardiache e diabete

Saltare la colazione potrebbe aumentare il rischio di incorrere in malattie cardiache e nel diabete. È questo il risultato di un recente studio che ha rivelato come il pasto della mattina faccia scatenare le cellule adipose del corpo nel consumare gli zuccheri.

Tutto questo processo potrebbe aiutare a regolare l’insulina che controlla i livelli di zuccheri nel sangue e impedirebbe la produzione di grasso in eccesso che fa insorgere il diabete e le malattie cardiache. Anche questa ricerca, svolta dalle Università di Bath e Nottingham, conferma l’idea che la colazione è il pasto più importante della giornata.

=> Scopri cosa mangiare per una colazione sana e dietetica

Per 6 settimane i ricercatori hanno chiesto a 49 adulti, 29 persone magre e 20 obese di fare colazione tutti i giorni prima delle 11 o di digiunare fino a mezzogiorno. Chi faceva colazione doveva assumere 350 calorie entro 2 ore dal risveglio e arrivare almeno a 700 entro le 11 di ogni giorno.

Gli studiosi hanno considerato il loro metabolismo, la composizione corporea, il loro livello di appetito e alcuni marcatori che si riferiscono alla salute metabolica e cardiovascolare. Hanno anche misurato il grasso dei volontari in relazione al manifestarsi di 44 diversi geni e proteine.

=> Leggi i 10 errori da evitare quando si fa colazione

Alla fine hanno scoperto che mangiare al mattino aumenta la capacità delle cellule di grasso di consumare lo zucchero in risposta all’insulina. Senza il carburante iniziale fornito dalla colazione potremmo sentirci privi di energia e potremmo essere più propensi a mangiare troppo nel corso della giornata.

Ecco perché gli studiosi pensano all’importanza di fare la prima colazione, perché mangiare al mattino potrebbe portare ad avere livelli più bassi di colesterolo “cattivo”, a ridurre la possibilità di sovrappeso e a promuovere una maggiore capacità di concentrazione e di memoria.

30 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento