Clima: riscaldamento globale, crescita record secondo nuovo studio

Il Carniege Institution for Science ha pubblicato nei giorni scorsi uno studio allarmante su Nature: le temperature mondiali potrebbero aumentare drasticamente del 15% in più rispetto a quando previsto a oggi. Se questo fosse tutto vero i Governi Mondiali dovrebbero correre ai ripari e modificare al più presto i loro piani di riduzione delle emissioni di gas serra.

=> Leggi perché i sindaci USA sfideranno Trump su Accordi di Parigi

Nello specifico il Carnegie Institution for Science ha spiegato che entro il 2100, se continuiamo a comportarci tutti allo stesso modo, la temperatura media terrestre potrebbe aumentare di 0,5 gradi e, sebbene sembri un numero piccolo, questo mezzo grado potrebbe complicare molto il raggiungimento degli obiettivi sul clima decisi dai Paesi partecipanti alla COP 21 di Parigi.

=> Scopri la Guida al Clima del WWF per investimenti allineati ad Accordi di Parigi

Gli autori della ricerca, Patrick Brown e Ken Caldeira, hanno spiegato che la stabilizzazione della temperatura globale, visto questo ultimo allarme, necessiterà di riduzioni di gas serra molto più drastiche rispetto a quanto si era deciso in precedenza e gli impegni presi dai Governi, a oggi, sono troppo poco ambiziosi.

Guardando così allo scenario peggiore, se le cose non dovessero cambiare le temperature potrebbero raggiungere i +4,8 gradi nel 2100, una situazione difficile da gestire con gravissime conseguenze per il nostro Pianeta che si troverebbe a rischio costante di alluvioni, con lo scioglimento dei ghiacci e un clima in continuo cambiamento.

11 dicembre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento