Barack Obama vuole essere il primo della classe in tema di azioni contro il cambiamento climatico Proprio ieri ha firmato un ordine esecutivo che stabilisce per il Governo Federale un taglio delle emissioni di gas serra del 40% in un periodo di 10 anni. L’azione non si ferma però a questo: il Presidente degli Stati Uniti vuole spingere verso un potenziamento delle energie rinnovabili.

Per realizzare tutto questo sono stati stanziati 4 miliardi di dollari, budget previsto per il 2016, fino al 30% dei quali sarà finalizzato ad un’estensione delle detrazioni fiscali per le industrie che sfruttano l’energia solare ed eolica.

Un’azione concreta e decisa che vuole creare il substrato adatto per arrivare alla COP di Parigi 2015 con le idee chiare e già qualche risultato alla mano. Come ha commentato Obama:

Oggi l’America ancora una volta guida con il suo esempio. Siccome abbiamo detto che è importante, credo sia importante per noi dare l’esempio come Governo Federale.

La Casa Bianca ha calcolato che riducendo i livelli di gas serra nei prossimi 10 anni sarà possibile ridurre i costi per il consumo di elettricità di 18 miliardi di dollari rispetto al 2008.

Con questa decisione Obama affronta ancora una volta l’ostilità del Congresso, per la maggior parte composto da Repubblicani, gli scettici per eccellenza, o negazionisti che dir si voglia, del cambiamento climatico.

20 marzo 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Silvano Ghezzo, sabato 21 marzo 2015 alle23:05 ha scritto: rispondi »

Ridurremo, provvederemo, limiteremo........... Basta parole "soporifere", vogliamo i fatti concreti, iniziando da subito.

Lascia un commento