Le città europee sono le più virtuose per quanto riguarda il contrasto degli effetti del cambiamento climatico, a cominciare dalla riduzione delle emissioni di CO2. Lo rivela il rapporto “Seven climate change lessons from the cities of Europe”, appena pubblicato dall’organizzazione Carbon disclosure project (Cdp) in partenrship con Accenture.

Il report riunisce dati ed esperienze di 22 città d’Europa in materia di emissioni di gas serra, politiche locali e buone pratiche per il contrasto del cambiamento climatico. Le informazioni sono state messe a disposizione direttamente dalle amministrazioni cittadine, tra cui, per l’Italia, quelle di Roma, Milano e Oristano.

I dati sono stati presentati da Conor Riffle, responsabile del progetto:

Le città europee detengono la leadership in questo ambito e applicano best practice nella gestione del cambiamento climatico a livello locale. Il report mostra che altre città possono trarre vantaggio dall’implementazione di strategie simili, come la misurazione annuale e la generazione di report sulle emissioni di gas ad effetto serra.

L’indagine, in particolare, ha rivelato che l’86% delle città analizzate ha fissato un obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra a livello dell’intera area metropolitana, contro una media mondiale che non supera il 70%. Due terzi delle amministrazioni locali europee citate nel rapporto, inoltre, hanno coinvolto i propri fornitori nella lotta al cambiamento climatico, contro il 47% delle città del resto del mondo.

29 giugno 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento