A poche ore dall’incontro tra Papa Francesco e Donald Trump gli attivisti di Greenpeace hanno voluto proiettare un messaggio per il clima direttamente sulla cupola di San Pietro. Parafrasando lo slogan del presidente USA “America first” gli ambientalisti hanno invitato il “tycoon” ha scegliere invece l’approccio “Planet Earth First”.

Nei primissimi mesi di mandato Trump ha cercato di favorire le grandi compagnie petrolifere e del carbone, cancellando ovunque possibile i lasciti ambientalisti di Barack Obama. Una strada che sembra allontanarsi sempre più dagli accordi di Parigi sul clima. Come ha spiegato Jennifer Morgan, direttore esecutivo di Greenpeace International:

I cambiamenti climatici sono la minaccia che più tocca la nostra generazione, per questo i veri leader mondiali si stanno impegnando per salvaguardare il nostro futuro. Trump non può sfuggire a questa responsabilità rinnegando l’impegno degli Stati Uniti preso a Parigi.

Prima dell’incontro con il Papa abbiamo voluto consegnare questo messaggio a Trump, convinti che la sua prima priorità debbano essere le persone e il pianeta, non il profitto di chi inquina. Il presidente non può fermare la transizione verso fonti di energia pulita e deve invece accelerarla.

Uno spirito quello associato al messaggio di Greenpeace che tutto sommato si affianca a quello espresso dallo stesso Bergoglio con la sua enciclica “Laudato Si“. Nel testo promulgato il 18 giugno 2015 Papa Francesco affermava l’assoluta necessità di contrastare i cambiamenti climatici e di rinunciare alle fonti fossili:

I combustibili fossili, altamente inquinanti – specialmente il carbone, ma anche il petrolio e, a un livello minore, il gas – devono essere sostituiti gradualmente e senza ritardi.

Attesa nelle prossime settimane la decisione di Trump in merito al rispetto o meno della decisione di Obama di aderire all’Accordo di Parigi sul clima. Prenderà invece il via domani a Taormina il nuovo vertice del G7, in occasione del quale Greenpeace torna a chiedere un impegno comune per dare piena attuazione al testo parigino.

24 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento