Il 2016 si avvia a diventare l’anno più caldo di sempre. A lanciare il nuovo allarme è l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO), che dalla Conferenza delle Parti ONU (COP22) di Marrakech afferma come anche l’anno in corso mostri un aumento medio delle temperature di +1,2 gradi centigradi rispetto all’era “preindustriale”.

Se il caldo record del 2016 venisse confermato nei prossimi mesi vorrebbe dire, prosegue la WMO, che il nuovo secolo vanterebbe 16 dei 17 anni più caldi della storia (basandosi sulle registrazioni cominciate nel 1880). Come ha affermato l’Organizzazione Meteorologica Mondiale in un comunicato:

È molto probabile che il 2016 sarà l’anno più caldo di tutti quelli registrati con temperature di 1,2 gradi sopra i livelli pre-industriali.

A preoccupare è soprattutto la vicinanza con quella soglia di 1,5 gradi indicata quale “limite auspicabile” in occasione della firma dell’Accordo sul Clima di Parigi.

A contribuire sia l’attività di “El Nino” sia quella antropica di emissione di gas serra, responsabile quest’ultima, secondo la WMO, per la metà dei recenti eventi climatici estremi. Come ha concluso tristemente il segretario generale della World Meteorological Organization, Petter Taalas:

Un altro anno, un altro record. A causa del cambiamento climatico, la frequenza e l’impatto di eventi estremi è aumentato.

14 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Agi
Lascia un commento