Un incidente domestico si è trasformato in un successo virale, almeno per un ignaro gatto statunitense. Il felino, dal bellissimo manto nero, si è infatti affacciato ai navigatori sui social con un singolare collare: la porzione di un vaso rotto. Quanto è bastato per ottenere condivisioni e attenzioni da tutto il mondo, nonché un nuovo nome: quello di Cleopatra.

La vicenda circola in rete ormai da qualche giorno, a seguito della prima pubblicazione su Reddit e ImgUr. Stando alle ricostruzioni fornite dai proprietari, il gatto sarebbe rimasto incastrato con il muso all’interno di un vaso. Spaventato dall’incidente, l’animale si sarebbe quindi velocemente dimenato, fino alla rottura della porzione superiore del contenitore. Una parte dello stesso, però, sarebbe rimasta incastrata sul collo, tanto da ricordare un antica e preziosa collana egizia. Quanto basta affinché i social network si sbizzarrissero, prima con “Cleo-Catra” e, poi, ribattezzando definitamente il quadrupede in Cleopatra.

L’immagine, probabilmente scattata all’interno del centro veterinario dove il gatto è stato trasportato per la rimozione dell’improvvisato collare, ha fatto rapidamente il giro del mondo ed è stata ripresa da moltissime testate internazionali. Stando agli ultimi aggiornamenti, sembra che le procedure di rimozione del vaso siano andate a buon fine e, fatta eccezione per qualche piccolo stress e lo spavento ricevuto, il quadrupede potrà rimettersi presto.

Non capita di rado che i gatti, spinti dalla loro incredibile curiosità, si imbattano nei più svariati incidenti domestici. Per questo motivo, è buona norma mantenere gli oggetti più fragili, o pericolosi, lontano dalla loro portata: in genere si predilige un’alta mensola, dove il micio non ha possibilità di arrampicarsi. Lo stesso vale anche per alcune varietà di piante ornamentali, tossiche se ingerite, nonché con tutto il materiale elettrico della casa: il felino potrebbe scambiare un cavo per un giocattolo o per una preda, con il rischio subisca uno shock elettrico.

View post on imgur.com

4 febbraio 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento