Città a misura di vegani. L’aumento del numero di chi ha scelto di seguire un’alimentazione che non comprenda carne e prodotti di origine animale sta spingendo sempre più aziende a orientare le produzioni verso questa scelta. A supporto della dieta vegana è intervenuta però anche una città, che ha deciso di autonominarsi “vegan-friendly”: si tratta di Barcellona, in Spagna.

Ha decidere questo impegno, la nomina a città “vegan-friendly“, il consiglio comunale di Barcellona, che a maggioranza ha approvato la proposta presentata dal partito Sinistra Repubblicana di Catalogna. La decisione è stata presa a marzo, con l’obiettivo di trasformare la metropoli catalana in una guida a livello mondiale, come ha sottolineato il consigliere Alfred Bosch:

Barcellona mira a diventare un punto di riferimento mondiale in questo ambito e attirare persone che condividono questa sensibilità.

L’elemento che segna un punto di rottura rispetto ai pur importanti esempi di Londra, Berlino, Portland, New York e San Francisco è il fatto che a promuovere lo spirito vegan della città non siano associazioni o privati, ma l’amministrazione pubblica.

Interessante sarà quindi vedere quali saranno nelle prossime settimane le iniziative a supporto di questo cambiamento, anche nell’ottica di una reale esportazione del “modello vegano” pubblico. Primo passo è stato l’attivazione e pubblicazione di guide informative e pratiche per scoprire il lato vegan di Barcellona, disponibili sia sotto forma di cartaceo che di app digitale.

A questa prima iniziativa si aggiunge l’adesione ai “Global Meat Free Mondays“, i lunedì senza carne al centro di una campagna di sensibilizzazione mondiale. Non solo, previsto a Barcellona anche un circuito informativo denominato “BCNvegPoint”, che fornirà supporto non soltanto ai vegani, ma anche a chi volesse sviluppare una propria attività nel settore dell’alimentazione vegan.

18 aprile 2016
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Lucietta, lunedì 18 aprile 2016 alle20:09 ha scritto: rispondi »

Sono felice per Barcellona e i suoi abitanti. Grazie dal profondo del cuore agli amministratori comunali.

Lascia un commento