Il cambiamento climatico impone interventi urgenti ai paesi occidentali, anche a livello di architettura e di costruzione dei palazzi. È il monito che arriva dall’Unione Europea, con l’auspicio che mura e tetti delle abitazioni diventino sempre più verdi per abbattere ondate di calore, fenomeni meteorologici avversi e per risparmiare energia.

>>Scopri il giardino verticale domestico

Affrontare le minacce del cambiamento climatico, tra cui la tropicalizzazione di alcune aree dell’Europa, fenomeni piovosi più intensi, stagioni forse più estremizzate, parte proprio dalla cura intelligente delle abitazioni. E molte delle strategie che si possono intraprendere sono low cost, in modo che siano alla portata di tutti, così come spiega il direttore della DG Natura della Commissione UE Pia Bucella:

«Sono le cosiddette “infrastrutture verdi”, strumenti “low cost” che possono essere impiegati in città per adattarsi ai cambiamenti climatici. […] Nelle nostre città non ci occupiamo a sufficienza dell’adattamento ai cambiamenti climatici, mentre l’uso di infrastrutture verdi consentirebbe di tenere le ondate calore sotto controllo e fornirebbe un sistema per combattere anche inondazioni e alluvioni perché contribuirebbe al loro contenimento. […] Queste soluzioni hanno anche effetti benefici in termini di qualità della vita per i cittadini europei. A livello UE non abbiamo mai valutato i benefici forniti da nostri ecosistemi e i costi di un mancato impiego al meglio delle possibilità.»

>>Scopri come scegliere le piante d’appartamento

Sebbene non si faccia esplicito riferimento alla pratica di queste infrastrutture verdi, non è difficile comprendere quali interventi si prestino al miglioramento della vita nelle nostre città in un’ottica di contenimento della modifica del clima. Innanzitutto, si può puntare all’aumento degli spazi verdi sfruttando al meglio i giardini verticali, un toccasana per l’ossigenazione dell’aria, l’abbattimento dello smog e il contenimento delle temperature. Inoltre, soprattutto a livello energetico, i palazzi possono essere ricoperti di pannelli fotovoltaici sia per la produzione di energia elettrica che di calore, efficaci nell’abbattere i costi ambientali dell’approvvigionamento energetico con la riduzione a zero dell’anidride carbonica emessa in atmosfera.

1 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento