Cistite: come curarla con l’ortica

La cistite è uno dei fastidi più frequenti che può colpire indifferentemente donne e uomini. Si tratta di un’infiammazione ai condotti urinari dovuti a diversi tipi di batteri, capaci di provocare dolore e bruciore nella minzione, ma anche la sensazione di dover urinare frequentemente. La terapia è solitamente rapida e antibiotica, ma si può aiutare il decorso della malattia affidandosi ai rimedi naturali.

Tra le varie erbe disponibili in natura, e da assumere sempre dopo aver vagliato il parere del proprio medico curante, l’ortica è certamente la pianta dai migliori effetti sul sistema urinario. Di seguito, le ragioni.

Cistite e ortica

Come già detto in apertura, la cistite è una infiammazione dovuta alla risalita di batteri estranei nei condotti urinari, dall’uretra fino ad arrivare alla vescica. Solitamente si tratta dell’Escherichia coli, ma la patologia può anche manifestarsi per altri batteri – ad esempio lo Staphulococcus aureus – o per ragioni non connesse direttamente a un organismo esterno. Rientrano in queste categorie le cistiti dovute dallo sfregamento sessuale, quelle da tumori o da calcoli renali.

L’ortica, grazie al suo alto contenutodi fitosteroli, scopoletina, tannini, sali minerali e altre preziose sostanze, ha un impatto sia lenente che disinfettante contro la cistite. Innanzitutto rende l’urina meno acida, garantendo una minzione a prova di dolore. Poi disinfetta tutto l’apparato urinario, dai reni fino alla parte terminale dell’uretra, contribuendo all’eliminazione di eventuali e indesiderati batteri, magari in perfetta collaborazione con un antibiotico.

Assunzione

Tisana all'ortica

Tea Nettle via Shutterstock

Il primo consiglio per ridurre i sintomi della cistite è quello di bere molto durante la giornata, almeno due 2,5 litri d’acqua nelle 24 ore. E proprio l’ortica sarà assunta tramite infusioni e tisane, per contribuire al ricambio dei liquidi nell’apparato urinario. Il primo step è quello della raccolta, qualora non si voglia ricorrere all’ortica essiccata che sarà possibile acquistare in erboristeria. Tutte le varietà di pianta più diffuse – in particolare l’Urtica dioica e l’Urtica urens – sono utili agli scopi terapeutici: per raccoglierle, però, ci si ricordi di indossare dei guanti spessi, per evitare il contatto diretto con foglie e fusto che posso causare fastidiosissimi pomfi sulla pelle. Dopodiché, si proceda a una lunga e attenta fase di lavaggio in acqua a temperatura ambiente. Si prendano quindi dalle 5 alle 7 foglie e le si immerga in circa in due litri d’acqua, da portare a ebollizione per circa 15 minuti. Si filtri l’infuso con un colino a maglie strette e, dopo essersi accertati dell’assenza di qualsiasi effetto irritante, si consumi la tisana calda o fredda, a seconda del proprio gusto. Si ricorda come un’altra pianta molto diffusa sullo Stivale, la malva, ha effetti benefici e sterilizzanti dei condotti urinari, di conseguenza si potrà aggiungere qualche estratto di piante e fiori alla propria tisana. Attenzione, però: data la forte attività diuretica, l’infuso è sconsigliato a chi soffre di ipertensione, insufficienza renale e altre malattie connesse alla funzionalità dei reni. In questi casi, è d’obbligo richiedere il parere del medico di base o del proprio specialista.

30 marzo 2014
I vostri commenti
pinuccia, sabato 28 marzo 2015 alle23:00 ha scritto: rispondi »

Per una cistite resistente da ben 4 mesi causata da escherichia coli e per cui ho provato praticamente tutto ciò che offre l'omeopatia tranne l'ortica (che pensavo utile solo per la caduta di capelli) che devo fare? Sono diventata resistente a ben 6 antibiotici mai assunti ed ora sto provando l'argento colloidale (da 2 settimane), ma per ora senza risultati. Proverò la tisana di ortica, ma per quanto tempo? Se qualcuno può darmi un valido consiglio...grazie.

Miki Notenboom, sabato 19 aprile 2014 alle11:05 ha scritto: rispondi »

Buongiorno a tutti! Ho un problema con il gatto che soffre di cistiti acuti!! Ovviamente curato con antibiotici , qualcuno ha un idea se ce un modo x curarlo in maniera naturale? Dato che un gatto infusi nn ne bera mai!!grazie mille!!

stefania, martedì 1 aprile 2014 alle9:13 ha scritto: rispondi »

ho provato molti prodotti farmaceutici x cistite senza nessun risultato(lavaggi ovuli creme ecc). interessante l'articolo con l'ortica posso saperne do piu? grazie e buona giornata.

Lascia un commento