Cioccolato gianduia un alleato del cuore, ecco perché

Il cioccolato gianduia potrebbe rivelarsi un ottimo alleato per la salute del cuore. A sostenerlo uno studio condotto dai ricercatori del Policlinico Umberto I di Roma, secondo i quali tale alimento contribuirebbe a prevenire la rigidità dei vasi sanguigni riducendo così il rischio di patologie cardiovascolari.

I benefici offerti dal cioccolato gianduia sarebbero da imputare, hanno riferito gli autori dello studio (pubblicato sulla rivista Internal and Emergengy Medicine), alla presenza nelle nocciole del Piemonte di flavonoidi, polifenoli e vitamina E, che contribuiscono a rendere questo alimento un rimedio naturale paragonabile al “fondente”.

=> Scopri i falsi miti più diffusi sul cioccolato

Durante la ricerca gli studiosi hanno verificato la capacità di questo cioccolato (porzione da 60 grammi) di contrastare la perdita di elasticità delle arterie di 20 fumatori. Come ha dichiarato il professor Francesco Violi, direttore del dipartimento di Medicina Interna del Policlinico Umberto I di Roma:

Dopo circa 2 ore dal consumo i partecipanti mostravano un aumento dell’elasticità delle arterie, mentre alcun effetto si registrava dopo la somministrazione di cioccolato al latte.

È interessante sottolineare come questo effetto positivo sulle arterie sia sovrapponibile a quanto già precedentemente osservato in via sperimentale dagli stessi ricercatori, da me guidati, in persone che avevano assunto cioccolato fondente.

I ricercatori del Policlinico Umberto I di Roma hanno tuttavia ricordato che la particolare composizione del cioccolato gianduia impone più che in altri casi di attenersi scrupolosamente ai limiti giornalieri, in quanto la presenza di elementi come zuccheri, calorie e grassi potrebbe antagonizzare i benefici offerti da questo prodotto.

14 settembre 2018
Lascia un commento