La cicerchia è una leguminacea appartenente alla famiglia della Fabaceae. Nota con il nome scientifico di Lathyrus sativus, questa pianta è coltivata per il consumo principalmente in Asia (soprattutto India) e in Africa Orientale (Kenya ed Etiopia), come anche in Europa e nel Centro Italia.

=> Scopri proprietà e controindicazioni del luppolo

La produzione di cicerchia è presenta anche in Italia con alcune eccellenze tipiche della tradizione regionale, certificate dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Si tratta di quelle prodotte nel Lazio, nella Marche, in Molise, in Puglia e in Umbria, che hanno ottenuto la qualifica di “prodotto agroalimentare tradizionale italiano”.

Proprietà

La forte presenza di proteine nella cicerchia la rende un’ottima fonte naturale di questa sostanza, grazie alla quale contribuisce alla salute dei muscoli e rappresenta un’eccellente sostituta della carne all’interno di diete vegetariane o vegane.

Rappresentano inoltre un alimento ad elevato apporto energetico (351 kcal/100 grammi di prodotto), utili quindi come energetico naturale. Dalla cicerchia deriva inoltre aiuto per la memoria e per la salute del cuore.

=> Scopri proprietà curative e consigli utili delle noci

Esiste però un’importante controindicazione legate al consumo di cicerchia, in relazione alla sua tossicità. Tra gli elementi che la compongono vi è anche la latirina, responsabile di un disturbo noto come latirismo: questa patologia causa in chi consuma un eccessivo quantitativo della sostanza problematiche quali paralisi spastica irreversibile alle gambe e disturbi funzionali.

Per ridurre il quantitativo di latirina presente nella cicerchia si consiglia di lasciarla in ammollo in acqua salata per non meno di 12 ore.

Valori nutrizionali

L’apporto in termini calorici della cicerchia è come sopracitato di 315 kcal per ogni 100 grammi di prodotto consumato. Al suo interno anche vitamine del gruppo B e vitamina PP, sali minerali (calcio e fosforo).

Nella cicerchia è possibile trovare anche un discreto quantitativo di fibre, mentre sono povere di grassi.

Nello specifico trovano spazio all’interno della cicerchia (ogni 100 grammi di prodotto) in primo luogo i carboidrati, per un quantitativo oscillante tra i 48 e i 55 grammi; proteine per circa 25-30 grammi; fibre (dai 4 ai 7); grassi, il cui quantitativo è in genere contenuto entro i 2,5 grammi.

30 gennaio 2017
Lascia un commento