Capelli sempre curati, morbidi e lucenti: la cura dell’acconciatura è un’attività che richiede tempo ed energie, tra shampoo, piega, colore e parrucchiere. È possibile, tuttavia, aiutare la naturale bellezza del capello agendo dall’interno, ovvero con dei cibi che rendano la capigliatura forte e luminosa?

La risposta, come è ovvio, è certamente affermativa: vi sono moltissimi alimenti che possono aiutare i capelli, per la presenza di specifiche vitamine o sali minerali. In questo frangente ci si concentrerà sulle pietanze adatte a un’alimentazione vegana, di cui di certo potranno approfittare sia gli onnivori che i vegetariani.

Frutta

Tutta la frutta è amica dei capelli, non a caso molti shampoo e maschere di bellezza ne contengono gli estratti e i principi nutritivi. In generale, è l’apporto di vitamine E, beta-carotene e zinco a rende la capigliatura vitale. A questi si aggiunge la biotina, un elemento con proprietà specifiche anti-caduta e anti-rottura. Tra i frutti più indicati per i capelli, l’avocado, la banana, i frutti di bosco, le ciliegie, la pesca, la mela verde e le prugne. Questi alimenti possono essere normalmente inseriti nella dieta, ma possono anche essere sfruttati per maschere casalinghe. In particolare, banana e avocado devono essere frullati fino a ottenere un composto semi-liquido da applicare direttamente sul cuoio capelluto.

Acqua e birra

Birra

Assortment Of Beer Glasses With A Wooden Barrel via Shutterstock

L’idratazione del capello è il primo segreto per una pettinatura mozzafiato. Per questo motivo, oltre a evitare prodotti che potrebbero seccare i capelli, è utile bere dosi sufficienti di acqua, all’incirca sui 2 litri al giorno. Vi è però un’altra bibita che ha effetti benefici sul capello: la birra, anche nella configurazione vegan-only per chi non fosse certo sulle modalità di produzione di quella classica. Le proteine e i lieviti contenuti nella birra aiutano a fortificare il capello, stimolando la resistenza della cheratina. Attenzione, però, se vi si ricorre per impacchi o trattamenti topici: la birra può schiarire il capello, soprattutto per chi ha tinte naturali molto chiare. Al contempo, però, aiuta a prevenire la formazione della forfora, contenendo i batteri sul cuoio capelluto.

Olio extravergine di oliva

Il consumo di olio extravergine di oliva fa molto bene all’organismo, perché stimola la circolazione del colesterolo buono ed è ricco di antiossidanti, i primi nemici dei radicali liberi dannosi per il capello. Sostituirlo nella propria dieta ad altri condimenti, e anche come soluzione di frittura, porterà a una capigliatura più morbida e resistente allo stress della spazzola. Come applicazione locale, l’olio d’oliva ammorbidisce con un fenomenale effetto balsamo, rendendo il capello setoso e disciplinato. Attenzione, però, ne basta un cucchiaino a ogni shampoo, altrimenti si sortirà l’effetto opposto: l’imbarazzante unto.

Zucca

Si è parlato più volte delle numerosissime proprietà benefiche della zucca, un alimento che non dovrebbe mai mancare sulla tavola di chi insegue la filosofia del mangiare sano. Ve ne è però una di origine australiana, la Cucurbita Moschata, che ha effetti diretti sulla salute dei capelli. Grazie alle sue altissime concentrazioni di vitamina A e C, infatti, questa varietà di zucca ripristina il naturale equilibrio del cuoio capelluto e rende i capelli morbidi e leggeri. Gli effetti sono evidenti sia con l’alimentazione che con l’applicazione topica di creme e impacchi casalinghi.

Cereali

I cereali non dovrebbero mai essere assenti dalla dieta e non solo per le loro capacità di equilibrare l’apparato digerente. Sono infatti ricchi di vitamina E, vitamina B6, zinco, folati, selenio, tutti elementi che aiutano il capello a rimanere forte nel tempo, poco incline alla caduta e al temutissimo rischio delle doppie punte. In particolare, i fiocchi d’avena fanno molto bene sia per l’assunzione orale che per la somministrazione topica: eliminano le irritazioni del cuoio capelluto, grazie a un potente e naturale effetto lenente, e disciplinano i riccioli più complessi, evitando nodi e aspetto crespo.

20 ottobre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Flora Da Re, lunedì 3 febbraio 2014 alle23:49 ha scritto: rispondi »

Mi piace molto curarmi in modo naturale e anche se non sono vegetariana o vegana, non mangio molta carne, preferisco cereali, legumi e soprattutto le verdure: senza la verdura e la frutta non potrei vivere!!! Sono quindi sempre alla ricerca di metodi naturali sia nel l'alimentazione che nei prodotti di igiene e cura del corpo. Sono quindi interessata ai vostri consigli. Grazie

Lascia un commento