Negli ultimi decenni l’abitudine a mangiare fuori si è diffusa sempre di più, in parallelo al crescere del numero di ristoranti fast food, spesso però a scapito della qualità dei cibi. Che mangiare un buon piatto fatto in casa sia una scelta di salute lo abbiamo sempre saputo, ma ora uno studio ha quantificato i benefici di uno stile di vita più sano.

La ricerca è stata presentata alla Sessione Scientifica 2015 dell’American Heart Association: per arrivare alle conclusioni sono stati analizzati i dati di 58.000 donne presi dal Nurses’ Health Study e di 41.000 uomini osservati nell’Health Professionals Follow-up Study. Dal 1986 al 2012 si sono seguite le loro abitudini per capire quanto incideva sulla salute l’abitudine di mangiare pasti preparati in casa, rispetto a quelli consumati fuori, in particolare nei fast food.

Ovviamente i soggetti scelti all’inizio dell’osservazione non presentavano diabete, né malattie cardiovascolari o tumori. I ricercatori hanno visto che chi consumava in casa due pasti al giorno o dagli 11 ai 14 a settimana dimostrava il 13% in meno di rischio di contrarre il diabete di tipo 2 rispetto a chi invece ne consumava meno di 6.

Il diabete di tipo 2 è considerato dal mondo scientifico un fattore di rischio importante per le malattie cardiovascolari. Allo stesso tempo condizioni di sovrappeso o obesità, favorite da abitudini alimentari sbagliate nelle quali prevalgono cibi elaborati e ricchi di grassi, sono fattori di rischio sia per le malattie cardiovascolari che per il diabete di tipo 2.

Geng Zong, ricercatore presso la Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston, ha spiegato che parallelamente al cambiamento delle abitudini alimentari della maggior parte delle persone, soprattutto negli USA, è aumentato negli ultimi 50 anni anche il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2.

Lo studio non è riuscito ad approfondire anche i benefici rispetto ai diversi tipi di colazione ai quali persone con abitudini diverse sono avvezze e non ha dato un numero di pasti-limite, consumati fuori casa, che segni il passaggio ad un rischio maggiore per la salute. Geng Zong ha spiegato però che più sono i pasti consumati a casa e meglio è.

10 novembre 2015
Fonte:
Lascia un commento