La ciambella alla birra nera non è un dolce tradizionale, ma un dessert pensato per una fascia d’età compresa tra i 20 e i 50 anni. Sono queste persone maggiormente affascinate da quello che la birra rappresenta, e che quindi potrebbero essere incuriosite dal ritrovarsela nel piatto. La ricetta che viene presentata è una ricetta vegetariana, ma che potrebbe diventare vegan con opportune sostituzioni delle uova e del burro, dato che la panna prevista per la preparazione è vegetale. E altrimenti non potrebbe essere: il gusto della panna non deve essere troppo dolce, troppo intenso, tanto da oscurare quello della ciambella, ma i sapori devono incastrarsi, compenetrarsi.

Per realizzare la ricetta della ciambella alla birra nera, occorrono un forno elettrico, un dispositivo con fruste per l’amalgama – il frullatore non va bene, per via della presenza della birra, che è un elemento capace di traboccare se non viene mescolato nel modo giusto, e una teglia con un buco al centro. Si tratta di una ricetta adatta anche ai principianti: grazie all’utilizzo di questa teglia, si ovvierà al problema della crescita a picco al centro delle torte, che può avvenire quando non si ha molta esperienza nel campo. Inoltre, come si vedrà di seguito, qualche errore può essere addirittura funzionale a un migliore aspetto del dessert.

foto

Ingredienti

  • 250 g di farina
  • 4 uova
  • 250 g di burro o margarina se si preferisce
  • 400 g di zucchero di canna
  • 150 g di cacao zuccherato
  • 40 cl di birra nera
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
  • 1 pizzico di lievito vanigliato
  • 50 cl di panna vegetale da montare

Preparazione

  • Mettere da parte qualche grammo di farina e di burro, e con essi rivestire la teglia con il buco, in modo che, quando sarà freddo, il dolce uscirà dalla teglia con più facilità.
  • Mescolare con le fruste il burro, lo zucchero di canna e le uova. Queste ultime vanno versate a una a una, in modo da non creare grumi.
  • Continuando a utilizzare le fruste, aggiungere nell’ordine la farina, il lievito, il bicarbonato, il cacao e la birra.
  • Quando il composto è completamente amalgamato, versare nella teglia con il buco e infornare per un’oretta a 180°C nel forno elettrico.
  • Controllare con uno stuzzicadenti lungo se la cottura è terminata, estrarre la ciambella e rivoltarla in un piatto che la possa contenere.
  • Montare la panna con l’aiuto delle fruste, lavate e asciugate dopo il primo utilizzo.
  • Inserire la panna nel buco della ciambella e sulla superficie superiore. La panna va posta in maniera che abbia un aspetto frastagliato, come la spuma di un boccale di birra.
  • Se non si è molto fortunati, si può fare di necessità virtù: la presenza contestuale della birra, del lievito e del bicarbonato farà crescere molto la ciambella e non è detto che il buco non si chiuda durante la cottura. Ma non fa nulla, perché in questo modo l’aspetto da bicchiere di birra sarà più realistico.
  • Conservare in frigo fino al momento in cui il dessert verrà servito.

17 gennaio 2014
Lascia un commento