Il mercato dell’auto ecologica americano si sta animando in questi mesi grazie a un dualismo molto interessante a cui stanno dando vita la Chevrolet Volt, elettrica ad autonomia estesa sorella gemella dell’europea Opel Ampera, e la conosciuta e apprezzata giapponese Nissan Leaf. I due modelli, assai simili come concezione ecologista ma molto diversi per quanto riguarda le soluzioni tecniche adottate, stanno dando infatti vita a un duello senza esclusione di colpi, con le più recenti performance di vendita che sembrano premiare l’elettrica americana di casa General Motors.

A far riflettere gli uomini di Renault-Nissan saranno probabilmente le cifre relative alle immatricolazioni del mese di giugno, che hanno visto la Chevrolet Volt chiudere il mese con 1.760 esemplari immatricolati a fronte delle 535 Leaf che hanno trovato proprietario negli USA nelle scorse settimane. La tendenza è quindi chiara e vede la Volt primeggiare nella classifica delle auto elettriche più vendute con una quota tripla rispetto a quella detenuta dalla rivale Nissan.

Il buon riscontro sul mercato fatto registrare a giugno conferma il successo della Volt, che già qualche mese fa, precisamente a marzo, aveva fatto segnare il record di vendite su base mensile con 2.289 esemplari distribuiti, mentre considerando il primo semestre del 2012 la cifra sale a 8.817 unità vendute, con un notevole aumento rispetto ai poco più di 1.000 pezzi consegnati nel 2011 da quanto la vettura è entrata in commercio.

Alla parabola ascendente della Chevrolet Volt si affianca quella fortemente discendente della Nissan Leaf, la quale ha venduto nel 2012 3.148 esemplari, ottenendo un calo pari al 19% rispetto alle vendite registrate nello stesso periodo dell’anno passato.

Per Nissan, che conta di iniziare la produzione della Leaf nello stabilimento americano del Tennessee entro il 2012, il duello con la Volt sul mercato rischia di diventare un vero e proprio smacco, aprendo in questo modo più di un dubbio sulle ambiziose mire di espansione che il gruppo giapponese ha programmato nel settore dei veicoli a zero emissioni per il prossimo futuro.

4 luglio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento