Charlize Theron la conosciamo per la sua bellezza e la sua estrema bravura, che rinnova in ogni pellicola in uscita. A breve la vedremo interpretare splendidamente la regina cattiva nel film Biancaneve e il Cacciatore, in Italia l’11 luglio, ma da poco è anche diventata madre adottiva di Jackson. Ma non si può certo dire che sia inesperta in fatto di educazione, l’attrice da tempo gestisce un’allegra combriccola di inseparabili cani. Originaria del Sudafrica è stata immortalata più volte in compagnia dei suoi quadrupedi, e non è raro infatti incontrarla in riva al mare mentre li porta a passeggio in compagnia della madre.

Charlize Theron ha atteso ben 24 mesi prima che le venisse affidato il piccolo Jackson, e durante questo periodo ha educato i suoi animali ad accogliere in modo soft il nuovo arrivato. Il risultato è stato strabiliante, infatti i suoi cani sono diventati due compagni di ventura nell’assistenza del bambino. Come lei stessa afferma sia Berkley che Blue le stanno sempre accanto come due veri assistenti, le fanno compagnia durante le poppate notturne e l’avvisano se il bambino ha bisogno oppure piange. Due angeli custode con la coda, che lei considera i suoi ragazzi.

Del resto dopo la separazione dall’ultimo fidanzato Charlize è rimasta da sola a ricucire le ferite, ma ha trovato sostegno e amore incondizionato nei suoi inseparabili amici. L’attrice da qualche tempo ha chiesto alla madre di vivere con loro, e tutti insieme formano una grande famiglia allargata. Come ha ammesso i cani fanno parte del nucleo familiare, un’abitudine consolidata da una vita intera condivisa con animali di tutte le razze ed età. Durante la sua carriera non è sfuggita la presenza dei cani, ogni paparazzo potrebbe confermare fotograficamente il numero variabile di quadrupedi al suo fianco. Da un minimo di 4 ad un massimo di 8 sparsi per il giardino della villa a Malibù. Charlize Theron è davvero una grande amante dei cani, dai quali non potrebbe mai separarsi perchè con la loro silenziosa presenza l’hanno sempre aiutata a superare i momenti di passaggio della sua vita.

Il suo amore l’ha spinta a diventare testimonial PETA e a denunciare i maltrattamenti subiti dai cani di razza, sfruttati per la riproduzione e il commercio. Lei stessa da sempre invita all’adozione dei cani in canile, evitando l’acquisto quindi contrastando un sistema che sfrutta i cani fino alla loro morte.

31 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento