Chanel dice basta a pelli di coccodrillo, serpente e lucertola

Chanel non utilizzerà più pelli esotiche provenienti da rettili quali coccodrillo, serpente e lucertola. A confermarlo il presidente moda della famosa casa francese, Bruno Pavlovsky, che ha sottolineato come la “maison” dire addio in via definitiva anche alle pellicce. Le dichiarazioni sono arrivate durante un’anteprima alla sfilata di moda che si svolgerà questa sera presso il Metropolitan Museum of Arts di New York.

=> Leggi il rapporto Moda Detox 2018 di Greenpeace

Alla base dell’addio, spiega il presidente moda Chanel, la difficoltà crescente nel reperire pelli esotiche (come quelle di coccodrillo e serpente) in grado di rispettare gli standard etici fissati dalla casa francese:

Controlliamo costantemente la nostra supply chain per assicurarci che incontri le nostre aspettative in termini di integrità e tracciabilità. In questo contesto la nostra esperienza è che sta diventando sempre più difficile procurarsi pelli esotiche che rispondano ai nostri standard etici.

=> Scopri gli abiti di moda sostenibile realizzati con bioderivati del vino

Lo stesso Pavlovsky ha sottolineato poi come l’alternativa alle pelli esotiche sarà del tutto sostenibile e cruelty-free, in quanto si tratterà di prodotti e tessuti derivati dall’industria agroalimentare. A questo proposito il presidente moda Chanel ha confermato l’incremento del volume di risorse investite nel settore ricerca e sviluppo di tali materiali.

4 dicembre 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento