Cesto di Natale senza glutine: cosa comprare

Un cesto natalizio di prodotti alimentari di qualità, ben assortito e completo, rappresenta senza dubbio un’idea regalo di successo, adatta a una vasta platea di destinatari. Un acquisto che si caratterizza per notevole versatilità e che può adattarsi a tutte le tasche, potendo comporlo a piacere basandosi sul badget di spesa previsto e tenendo conto dei gusti personali di chi lo riceve.

Un dono che non deve mettere in crisi anche nel caso in cui il destinatario non possa consumare alimenti contenenti glutine, soprattutto se affetto da celiachia o da specifiche intolleranze alimentari che impongono l’assunzione di cibi gluten-free. Sul mercato, infatti, esistono varie tipologie di prodotti privi di glutine e grazie alle indicazioni riportate sulle confezioni non è difficile identificarli e dirimere eventuali dubbi.

=> Scopri quali sono le farine senza glutine

Ma quali sono i migliori prodotti senza glutine da inserire nel cesto per essere certi di fare un regalo gradito? Qui di seguito alcuni consigli utili per non sbagliare.

Pasta, cereali e farine

Farine senza glutine

Baibaz via Shutterstock

Una o due confezioni di pasta, magari di alcuni formati particolari e inusuali, non mancano mai nei cesti natalizi. Si tratta di un alimento solitamente consumato dalla maggioranza delle persone ed esistono numerose proposte prive di glutine altrettanto gustose.

Per rendere ancora più personalizzato e originale il cesto, tuttavia, è possibile aggiungere alcuni tipi di cereali rigorosamente gluten-free, alimenti versatili e ottimi da gustare con varie tipologie di condimenti: sono, ad esempio, la quinoa in chicchi, il riso rosso o il riso nero, l’amaranto e il sorgo così come il teff. È anche possibile reperire mix contenenti diversi tipi di cereali amalgamati insieme, un’ottima occasione per provare sapori e abbinamenti inediti.

=> Scopri i piatti senza glutine per una dieta sana

Se il destinatario del cesto si diletta in cucina e ama impastare, inoltre, un’idea apprezzata potrebbe essere anche quella di inserire nel cesto confezioni di farine speciali prive di glutine, come quella di grano saraceno o di avena.

Legumi

Lenticchie

bitt24 via Shutterstock

Alimento completo e spesso presente nei piatti delle feste, i legumi possono essere una presenza gradita nel cesto di Natale: pensando ai piatti della tradizione si potrebbe optare per una confezione di lenticchie, ma anche i lupini e i ceci rappresentano ottime soluzioni solitamente molto apprezzate e prive di rischi per chi non può assumere glutine.

Frutta secca e dolciumi

Frutta secca, noci mandorle pistacchi

Dionisvera via Shutterstock

Un capitolo a parte meritano le numerose varietà di frutta secca prive di glutine sempre protagoniste della tavola invernale, soprattutto durante le festività: si parla delle noci, delle mandorle e delle nocciole ma anche dei pistacchi e degli anacardi.

=> Scopri il rapporto tra dieta senza glutine e dimagrimento

Per quanto riguarda i dolci, esistono panettoni e pandori preparati senza glutine così come varie tipologie di cioccolato, fondente e non.

Bevande e alcolici

Caffè

Pixabay

Non è insolito arricchire il cesto di prodotti natalizi con del caffè in chicchi o in polvere, anche nella variante decaffeinata. Altrettanto comune è aggiungere una bottiglia di spumante, che può essere consumato senza rischi anche dai celiaci non astemi, oppure inserire distillati come grappe, rhum a seconda delle preferenze personali del destinatario.

25 dicembre 2017
Immagini:
Lascia un commento