Singolare ma importante ritrovamento, quello effettuato dai cittadini di Guspini, in Sardegna, nella mattinata di domenica. Un bellissimo esemplare maschio di Cervus Elaphus Corsicanus si aggirava ferito e stremato, alla ricerca di soccorso e aiuto. L’animale, dalla fisicità possente, si è accucciato davanti ad alcune case, stancato dalla fuga e dolorante. Il cervo presentava lacerazioni importanti sulla zampa destra anteriore, tanto da aver perso buona parte della pelle e della carne. I locali hanno subito prestato soccorso chiamando in aiuto il Corpo Forestale della Regione Sardegna, giunto sul posto in compagnia dei ranger diretti dall’ispettore Gian Paolo Madau. A prendersi cura delle ferite dell’animale è stato il veterinario della Asl Ugi Fanari, che ha raggiunto il team presso il centro soccorso animali selvatici di Monastir.

L’esemplare presentava una vecchia frattura a una delle zampe posteriori, quindi una forte lacerazione a un arto anteriore, che gli impedivano di muoversi agilmente. Probabilmente era sfuggito a un tentativo di cattura da parte di qualche cacciatore, perché presentava una serie di morsi sulle zampe presumibilmente effettuate dai cani da caccia. Braccato e circondato, deve aver perso la strada del bosco imboccando quella del paese, dove per sua fortuna ha trovato la popolazione pronta a soccorrerlo. L’animale verrà medicato, curato e appena sarà guarito potrà tornare alla vita selvaggia. Del resto la zona di Guspini e quella nel Medio Campidano è da sempre un luogo di ripopolamento per i cervi: è presente uno dei tre spazi areali del Cervo Sardo dove l’animale ha vissuto protetto evitando così l’estinzione.

=> Scopri il cervo amante dei liquori

https://www.facebook.com/lanuovasardegna.cagliari/posts/1168505676581358[/embed_fb]

30 gennaio 2017
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento