Cerotti dimagranti: come funzionano?

Un’alimentazione bilanciata, la rinuncia agli eccessi e l’attività fisica svolta regolarmente sono le basi per ottenere la perdita dei chili di troppo. In alcuni casi, tuttavia, è possibile ricorrere ad altre risorse che possono potenziare gli effetti della dieta e velocizzare la conquista della forma fisica desiderata: tra questi rimedi rientrano i cerotti dimagranti, applicazioni cutanee che rilasciano principi attivi assorbiti dalla pelle in grado di stimolare la circolazione e, soprattutto, regolare l’appetito.

=> Scopri i migliori integratori naturali per dimagrire


Funzione fondamentale dei cerotti dimagranti, infatti, è la regolazione del senso di sazietà, il controllo della fame e il drenaggio dei liquidi in eccesso. Un aiuto in più che non è in grado di compiere miracoli e che, soprattutto, non deve essere inteso come sostitutivo del regime alimentare finalizzato al dimagrimento o del movimento che consente di bruciare le calorie ingerite.

Principi attivi

Te verde

I cerotti dimagranti possono contenere sostanze diverse, generalmente principi attivi naturali che sono considerati utili per la perdita di peso. I più comuni sono raggruppati nel seguente elenco, che non è da considerarsi esaustivo data la notevole varietà di cerotti che è possibile reperire in commercio:

  • guaranà, dotato di proprietà stimolanti benefiche per il metabolismo e utile per bruciare i grassi;
  • estratto di tè verde, antiossidante che favorisce il buonumore e contrasta i radicali liberi:
  • fucus vesiculosus, vale a dire alga marina, benefica per il corretto funzionamento della tiroide e per agevolare metabolismo in generale oltre che per regolare l’appetito;
  • capsaicina, che stimola la circolazione e il drenaggio dei liquidi.

Come si usano

Generalmente, i cerotti dimagranti agiscono per termogenesi: sono in grado di innalzare il metabolismo basale cellulare relativamente al tessuto adiposo, stimolandone la riduzione. Questi prodotti possono anche ridurre il senso di fame e, infine, limitare l’assorbimento dei carboidrati. Per ottenere questi vantaggi occorre applicare i cerotti sulla pelle pulita e asciutta, scegliendo le zone indicate ed evitando di insistere nella medesima parte del corpo e seguendo le istruzioni solitamente contenute nelle confezioni. I cerotti devono poi essere sostituiti solitamente ogni 24 ore, salvo diversa indicazione.

=> Scopri i 7 errori più comuni del dimagrimento


Effetti collaterali e controindicazioni

Gravidanza

I cerotti dimagranti possono essere reperiti facilmente, tuttavia si tratta di prodotti che possono causare reazioni cutanee generate dal contatto con gli elementi contenuti al loro interno. Diventa quindi fondamentale consultarsi con il medico prima di acquistarli o applicarli sulla pelle, valutando questa scelta con un esperto nutrizionista, anche per individuare una reale esigenza di integratori alimentari finalizzati al dimagrimento.

Ci sono alcune situazioni, inoltre, che rendono del tutto inadatta l’applicazione dei cerotti dimagranti sulla cute: si parla di un’età anagrafica inferiore ai diciotto anni, della gravidanza e dell’allattamento, di eventuali stati di malnutrizione, della presenza di patologie o altri problemi di natura cardiovascolare. Deve inoltre essere stabilita un’eventuale intolleranza riferita a ciascun componente sebbene di origine naturale. Molto importante, inoltre, è utilizzare i cerotti seguendo le indicazioni in modo scrupoloso per evirare che un eventuale abuso possa arrecare danni alla salute.

16 novembre 2018
Lascia un commento