Data l’attenzione sempre maggiore alla bellezza e all’estetica, sempre più persone optano per la depilazione del corpo. Una scelta che non coinvolge solamente il genere femminile, poiché sempre più uomini optano per eliminare ogni traccia di peli superflui dal loro fisico. Non sempre, tuttavia, l’operazione di rimozione dei peli è fra le più gradite: tra rasoi e cerette, dolore e irritazione possono essere sempre in agguato. Di recente, tuttavia, è tornato di moda un metodo del tutto naturale, nonché molto dolce per l’epilazione: la ceretta araba. Di che cosa si tratta e come si prepara?

La cosiddetta ceretta araba è una pratica di depilazione che affonda le sue radici fino in tempi lontanissimi: pare, infatti, che già Cleopatra ricorresse a questo metodo. Di seguito, tutte le informazioni utili su questo trattamento, da realizzare anche a casa.

Ceretta araba: cosa è?

Per ceretta araba – conosciuta anche come ceretta persiana, Oro di Cleopatra, ceretta orientale o ceretta al caramello – è un metodo di depilazione naturale, basato genericamente su un composto allo zucchero. Questo trattamento, infatti, si realizza grazie all’unione del limone, dell’acqua dello zucchero, fino a ottenere un composto denso e malleabile. A piacere, si può arricchire il tutto con del miele.

=> Scopri i rimedi per la depilazione femminile


Conosciuta fin dai tempi dell’antico Egitto, tanto che pare fosse il metodo di depilazione preferito da Cleopatra, questa ceretta si differenzia dalla classica sia per la sua consistenza, che per l’uso. Il contenuto denso, simile al caramello, viene infatti steso sulla pelle e, poi, rimosso senza la necessità di ricorrere a strisce depilatore. La ceretta viene quindi rimossa con le mani, con un movimento veloce e rotatorio, tanto da formare una tipica pallina di cera.

Rispetto alla ceretta classica, quella araba garantisce i medesimi risultati, tuttavia con minori irritazioni. Le proprietà emollienti del miele, unite alle proprietà blandamente disinfettanti del limone, sembra infatti possano ridurre la comparsa di rossori e altre spiacevoli conseguenze. Inoltre, data la presenza di zucchero, questa ceretta funge anche da leggero scrub per tutto il corpo. Prima di lanciarsi nella sperimentazione domestica, tuttavia, è consigliato sottoporsi alla pratica da un professionista dell’estetica: si avrà modo di osservare, infatti, non solo le modalità di stesura, ma anche il tipico movimento a strappo per l’eliminazione dei peli.

Ceretta araba: ingredienti e dosi

Preparare una ceretta araba in casa potrebbe non essere, almeno le prime volte, un’operazione del tutto semplice. Bisogna infatti prendere dimestichezza con le dosi, fino a ottenere la consistenza perfetta del composto, altrimenti il potere depilatorio potrebbe risultare poco efficace.

=> Scopri i rimedi per la depilazione maschile


Gli ingredienti sono molto semplici e alla portata di tutti: per una tipica applicazione bastano un bicchiere di zucchero, il succo di mezzo limone e poco meno di un bicchiere d’acqua. Se desiderato, si possono aggiungere anche due cucchiaini di miele. Va considerato, tuttavia, come questa ricetta sia del tutto generica: bisognerà adattare le dosi a seconda delle proprie esigenze, nonché dalla consistenza che si desidera raggiungere.

A questo punto, gli ingredienti vanno inseriti in un piccolo pentolino antiaderente e, mescolando a fuoco medio, si dovrà raggiungere una consistenza liquida e omogenea. Cominciata la fase di ebollizione, si dovrà abbassare la fiamma al minimo e procedere per altri dieci minuti, affinché gradualmente la schiuma prodotta possa scomparire. La ceretta sarà pronta quando il colore risulterà ambrato e lucente: un composto troppo scuro indicherà un risultato purtroppo bruciato, mentre uno chiaro non ancora pronto. La ceretta va quindi lasciata raffreddare prima dell’applicazione: l’ideale è prepararla la sera prima, affinché possa ridurre la sua temperatura in modo naturale.

Per l’uso, si prende una pallina di cera con le mani inumidite di acqua tiepida e, dopo aver reso il composto più malleabile, lo si stende in direzione del verso di crescita del pelo. La ceretta viene quindi rimossa con un dolce strappo. La stessa porzione può essere usata più volte su zone vicine, mentre per rimuovere eventuali residui sarà sufficiente acqua tiepida, con un sapone poco aggressivo come quello di Marsiglia.

19 novembre 2016
Lascia un commento