I social network sono sempre più degli strumenti utili per gli amici a quattro zampe. E non solo per diffonderne le gesta in Rete, sperando un giorno diventino famosi e virali, ma anche e soprattutto per intervenire prontamente in caso di necessità. Negli ultimi anni, ad esempio, Facebook e Twitter si sono rivelati di fondamentale importanza per il recupero di cani e gatti fuggiti da casa, grazie al loro potere amplificante in termini di passaparola. Non sempre, tuttavia, la comunicazione mediata dallo schermo permette di ottenere i successi sperati, così come dimostra una singolare vicenda occorsa in Australia. Nel tentativo di recuperare il suo amato cane, infatti, un uomo si è visto recapitare un esemplare altrui presso la propria abitazione.

Il tutto è accaduto qualche giorno fa a Culburra. Dopo aver perduto il proprio cane Bella, un esemplare femmina di Carlino, il proprietario Luke Neville si è rivolto alla piattaforma Facebook in cerca d’aiuto. Grazie alla fotografia dell’animale pubblicata sui social network, infatti, l’uomo ha sperato di ricevere informazioni su eventuali avvistamenti dell’amata amica a quattro zampe. Eppure, forse proprio per effetto del passaparola virtuale, alla sua porta è stato riconsegnato il cane sbagliato. Così si legge proprio su Facebook, come riporta l’agenzia di stampa UPI:

=> Scopri tutte le curiosità sui cani


Sono appena tornato a casa e qualcuno mi ha consegnato questo carlino. Non è Bella. Se qualcuno conoscesse i proprietari ce lo faccia sapere.

Non è dato ben sapere come sia avvenuto lo scambio di animali: probabilmente qualcuno, notando un Carlino incustodito, ha pensato si trattasse di Bella e ha tentato di riportarlo a casa. Fortunatamente, però, la storia ha un lieto fine: non solo la vera Bella è stata ritrovata, mentre vagava nei pressi di un laghetto locale, ma è stato identificato e allertato anche il proprietario del secondo cane, il quale si è potuto ricongiungere con il suo animale domestico.

6 ottobre 2016
Fonte:
UPI
Lascia un commento