Un cerbiatto a due teste viene trovato negli USA

È una singolare scoperta, quella avvenuta nelle foreste del Minnesota, negli Stati Uniti. Qualche tempo fa, un ricercatore di funghi ha infatti trovato il corpo senza vita di un cerbiatto a due teste, consegnato quest’ultimo al Minnesota Department of Natural Resources e poi analizzato dagli esperti dell’Università della Georgia. Un caso di gemelli siamesi, così come spiegano i ricercatori, estremamente raro fra questi erbivori selvatici.

Il corpo del singolare cerbiatto è stato scovato, così come già accennato, da un cercatore di funghi, per poi essere consegnato nel 2016 all’equipe di Gino D’Angelo, che ne ha prontamente analizzato le caratteristiche. I ricercatori hanno conservato il cadavere in una cella frigorifera, sottoponendo a numerose analisi nel corso del tempo. Dalle scansioni ai raggi X è emerso come quello rinvenuto non sia altro che un caso di gemelli siamesi, molto raro nel regno animale: due differenti cerbiatti, uniti dalla porzione inferiore della colonna vertebrale.

=> Scopri il cervo nel negozio di liquori


Secondo gli esperti, i gemelli potrebbero essere stati partoriti già morti, poiché raramente questi esemplari riescono a sopravvivere, quindi la madre potrebbe averne abbandonato i resti subito dopo il parto. Così ha spiegato D’Angelo, oggi all’Università della Georgia:

È un fatto stupefacente ed estremamente raro. Non possiamo nemmeno stimare la rarità di questo evento. Su 10 milioni di cerbiatti nati ogni anno negli Stati Uniti, vi sono probabilmente anormalità di cui non conosciamo nulla.

=> Scopri il cucciolo di cervo salvato da un cane


Il caso dei due gemelli siamesi è stato riportato sulla rivista scientifica American Midland Naturalist, così come le analisi sul cadavere. Dall’esame dei polmoni, ad esempio, è emerso come i cerbiatti non abbiano mai respirato aria, un fatto che conferma la probabile morte già nel grembo materno. Allo stesso tempo, il manto mostra come la madre abbia provveduto alla loro pulizia dopo il parto, nonostante il decesso, prima di abbandonarli nel bosco. A oggi, si conoscono solo 19 casi di gemelli siamesi fra le varie specie animali, dal 1671 a oggi.

15 maggio 2018
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento