I centri commerciali sono il simbolo delle metropoli moderne, veri e propri non luoghi secondo la definizione dell’antropologo Marc Augé, che oltre ad avere un impatto significativo nella geografia della città possono incidere notevolmente in termini ambientali. Ma non tutti i centri commerciali sono dei mostri energivori e dannosi per l’ambiente, sicuramente non lo sono quelli realizzati da Sonae Sierra, società impegnata già dal lontano 1989 nel portare innovazione ed entusiasmo in questo settore, ridefinendo completamente queste imponenti strutture. sempre un occhio attento alla sostenibilità e al risparmio energetico.

Per capire quale sia l’approccio di Sonae Sierra e quali le sfide da affrontare per rendere green i centri commerciali abbiamo rivolto alcune domande a Elsa Monteiro, Head of Sustainability and Corporate Communication dell’azienda.

Sonae Sierra si sta ritagliando un ruolo di eccellenza a livello mondiale nella gestione sostenibile di centri commerciali. Ci può dire qualcosa di più dell’azienda e della sua mission?

Sonae Sierra è uno specialista all’avanguardia nello sviluppo, nella proprietà e nella gestione dei centri commerciali e nella fornitura di servizi professionali in aree geografiche molto diverse tra loro, quali Europa, Sud America, Nord Africa e Asia. Nell’industria dello shopping dal 1989, grazie alla sua strategia di business, l’azienda è stata in grado di portare innovazione ed entusiasmo nel settore dei centri commerciali. Attraverso la nostra strategia integrata abbiamo sviluppato un’esperienza indiscussa e una comprensione unica del settore e dei mercati in cui operiamo. Attualmente l’azienda opera in Portogallo, Algeria, Azerbaijan, Brasile, Cina, Colombia, Germania, Grecia, Italia, Marocco, Romania, Russia, Spagna e Turchia, con 46 centri commerciali di proprietà. Inoltre, Sonae Sierra è responsabile per la gestione e/o locazione di 92 centri commerciali.

In Italia siamo proprietari di tre centri commerciali: Freccia Rossa, a Brescia, Gli Orsi, a Biella, e Le Terrazze, a La Spezia.

In qualità di Head of Sustainability and Corporate Communication di Sonae Sierra quali sono le sfide più grandi e le difficoltà che si trova a fronteggiare quotidianamente?

Lavorando in questo settore, la sfida principale è rappresentata dalla definizione degli standard di riferimento e successivamente dal mantenere il ruolo di pionieri, all’avanguardia nelle pratiche di sostenibilità.

Oggi vi sono numerose aziende che promuovono le loro iniziative in questo campo, ma solo alcune possiedono un approccio integrato con il loro business. Crediamo che sia possibile stabilire degli standard nel nostro settore non solo attraverso il coinvolgimento e la formazione dei nostri colleghi ma anche dei nostri stakeholders, come ad esempio i nostri punti vendita, i fornitori e i visitatori. Il risultato finale è un contributo comune per il miglioramento dell’efficienza operativa nonché delle nuove soluzioni di business sostenibile. Tutto questo è possibile soltanto motivando e coinvolgendo costantemente tutti i colleghi, affinché si possano raggiungere risultati positivi a 360 gradi. In questo modo, siamo in grado di migliorare la nostra efficienza, di risparmiare risorse ed evitare costi nel lungo periodo, favorendo allo stesso tempo un approccio sostenibile nei confronti della comunità.

Al giorno d’oggi i consumatori sono sempre più preoccupati per l’impatto ambientale ed etico dei loro acquisti. Per questo siamo consapevoli dell’importanza degli stili di vita sostenibili, che sono una priorità all’interno della nostra strategia di sostenibilità: a tal fine incoraggiamo i nostri visitatori ad effettuare delle scelte corrette e supportiamo iniziative sulla salute pubblica di più ampio respiro. Inoltre, ogni giorno in ognuno dei nostri centri commerciali analizziamo e studiamo nuovi modi per ottimizzare le azioni da noi intraprese. Siamo totalmente consapevoli che un centro commerciale non rappresenta soltanto un luogo per lo shopping, ma esso ha anche un importante ruolo educatore nei confronti dei visitatori, pertanto dobbiamo essere i primi a dare il buon esempio in ogni azione intrapresa, e abbiamo il dovere morale di “educare” attraverso il nostro comportamento corretto.

elsa monteiro sonae sierra

Elsa Monteiro – Sonae Sierra

I centri commerciali sono delle strutture che possono avere un impatto molto alto sull’ambiente. Quali sono gli aspetti fondamentali su cui Sonae Sierra agisce per minimizzare questo tipo di conseguenze?

Il nostro Sistema integrato di gestione della Sicurezza, della Salute e dell’Ambiente (SHEMS) è il quadro che utilizziamo per gestire i nostri impatti e per migliorare le nostre performances in quelle aree. Il Sistema SHEMS si basa su un approccio ciclico che coinvolge la pianificazione, l’implementazione, il monitoraggio e la revisione per assicurare miglioramenti continui. La nostra azienda ha sviluppato per la prima volta un Sistema di Gestione Ambientale (EMS) nel 1999 e nel 2005 siamo stati la prima compagnia nel nostro settore, in Europa, ad ottenere la certificazione ISO 14001 per il Sistema di Gestione Ambientale, che interessa tutte le attività del nostro business.

Il nostro sistema SHEMS copre tutte le aree di impatto che rientrano nell’ambito della sicurezza delle persone, dell’efficienza e dell’ambiente, in un periodo che copre l’intero ciclo di vita dei centri commerciali di proprietà di Sonae Sierra.

Pre-Sviluppo

Prima di investire in un nuovo progetto, l’azienda effettua degli studi sugli impatti ambientali e sulla Environmental Due Diligence al fine di comprendere le criticità ambientali potenzialmente contenute in un sito (ad esempio, terreno contaminato o presenza di sostanze) e per assicurare quindi, all’interno del nostro piano di investimento, un budget sufficiente ad affrontare tali problematiche. Questo si trasforma inoltre in una lista di misure di attenuazione da adottare in tutti gli step successivi dello sviluppo per prevenire, ridurre o compensare eventuali impatti negativi e massimizzare quelli positivi.

Concezione e progettazione

Durante la fase della progettazione, implementiamo il nostro Sistema di gestione della Sicurezza, della Salute e dell’Ambiente (SHEMS) per garantire una corretta gestione dei rischi e una buona performance del centro commerciale, individuando le priorità di lungo termine e gli impatti critici. Attraverso anni di esperienza nel campo della progettazione, della costruzione, della proprietà e della gestione di centri commerciali siamo stati in grado di identificare gli strumenti più sostenibili per la realizzazione delle nostre operazioni.

Costruzione

Ognuno dei nostri progetti in costruzione deve assicurare un’adeguata gestione dei rischi che caratterizzano un determinato sito, relativi alla sicurezza, alla salute e all’ambiente. A tal fine, a partire dal 2004, tutti i cantieri di Sonae Sierra hanno l’obbligo di implementare il sistema SHEMS durante i lavori di costruzione e di ottenere le certificazioni ISO 14001 e OHSAS 18001.

Operazioni

Riconosciamo che la creazione di edifici sostenibili non finisce nel momento in cui il loro sviluppo è stato completato. La nostra azienda monitora le performance dei centri commerciali di proprietà dal punto di vista dell’energia, dell’acqua, dei rifiuti, della salute e della sicurezza e individua gli ulteriori miglioramenti necessari ad ottimizzare le performance ambientali degli edifici e a ridurre i rischi nel campo della Salute e della Sicurezza. All’interno del nostro portfolio a partire dal 2000 abbiamo misurato, monitorato e classificato il consumo energetico e la gestione dei rifiuti, mentre a partire dal 2003 il medesimo lavoro è stato fatto relativamente al consumo di acqua. Inoltre, monitoriamo e valutiamo regolarmente le performance relative alla salute e alla sicurezza utilizzando strumenti quali Osservazioni Preventive, esercitazioni di emergenza e Ispezioni per garantire il rispetto delle normative in materia di sicurezza e salute.

Al 31 dicembre 2014, l’87% dei nostri centri commerciali era in possesso della certificazione ISO 14001, mentre la certificazione OHSAS 18001 è stata ottenuta dal 59.6%.

Il budget annuale distribuito su ognuno dei nostri centri commerciali di proprietà comprende una quota dedicata a investimenti volti a migliorare le performance ambientali del centro nonché quelle relative alla salute e alla sicurezza.

Questo approccio ci ha consentito, a livello globale, di ridurre le emissioni di gas serra dell’80% (a partire dal 2005); di ridurre i consumi idrici del 18% (a partire dal 2003),  di ridurre i consumi energetici del 40% (a partire dal 2002) e di incrementare il tasso di riciclo dei rifiuti addirittura del 209% (sempre a partire dal 2002)

Risparmio energetico, consumo idrico, gestione dei rifiuti sono tre aspetti chiave per la sostenibilità dei centri commerciali, quali di questi ritiene sia più importante e su quale ci potranno essere i miglioramenti maggiori da qui a qualche anno?

Il rallentamento dell’economia globale ha incrementato l’importanza dell’efficienza operazionale e della gestione del rischio. Aumentare l’efficienza ambientale dei nostri centri commerciali è particolarmente rilevante in quanto ci consente non solo di ridurre il nostro impatto sull’ambiente, ma anche di favorire la capacità di adattamento dei nostri assets in un contesto di cambiamento climatico, che potrebbe portare al rafforzamento delle norme ambientali. Una maggiore efficienza in questo campo ci consente inoltre di garantire un maggiore confort ai tenants e ai visitatori. Una buona gestione dell’energia, dell’acqua e dei rifiuti può aiutarci a raggiungere un risparmio significativo e a diminuire i costi di gestione dei centri commerciali, che in cambio porta ad una riduzione delle tariffe comuni corrisposte dai punti vendita all’interno dei nostri centri.

In Italia siete presenti con 3 centri commerciali, Freccia Rossa a Brescia, Gli Orsi a Biella e Le Terrazze a La Spezia. Quali sono le caratteristiche più innovative di queste strutture?

L’Italia rappresenta un mercato fondamentale per Sonae Sierra e i tre centri commerciai di proprietà presenti nel paese stanno ottenendo delle ottime performance. Nonostante il trend positivo che caratterizza ogni centro, siamo sempre concentrati a migliorare le loro performance e il loro valore e, grazie a questo impegno, siamo in grado di ottenere importanti risultati anno dopo anno.

Dal punto di vista dei principali risultati raggiunti nel campo della sostenibilità, nel 2014, in Italia, Sonae Sierra ha:

  • Ridotto le emissioni di gas serra per m2 di GLA del 39% rispetto al 2013
  • Ridotto il consumo di energia elettrica per m2 nelle gallerie e nell’area toilette del 12% rispetto al 2013
  • Ridotto il consumo idrico per visitatore nei centri commerciali di proprietà del 26% rispetto al 2013
  • Installato un sistema di raccolta dell’acqua piovana presso il centro commerciale Le Terrazze

Inoltre, tutti i centri commerciali di Sonae Sierra in Italia hanno ottenuto le certificazioni ISO 14001 e OHSAS 18001.

Quali sono le prospettive future di Sonae Sierra in Italia? Esistono nuovi progetti in cantiere?

Per il futuro Sonae Sierra continuerà a migliorare le performance dei propri assets in Italia, cercando inoltre di accrescere il proprio business nel paese in qualità di fornitore di servizi per terze parti e di ricercare nuove opportunità di sviluppo per nuovi progetti, o di acquisire progetti già esistenti. Infatti una delle linee di azione proprie della strategia di Sonae Sierra è la Capital Recycling Strategy, basata sulla vendita di assets maturi per reinvestire in nuovi progetti o operazioni con un maggiore potenziale di crescita. Siamo sempre alla ricerca di nuove opportunità di business, sia in Paesi nuovi che in quelli in cui già siamo presenti, compresa l’Italia che ha un ruolo chiave nel nostro business.

Pubbliredazionale

24 agosto 2015
Immagini:
Lascia un commento