Cenone di Natale: pericolo per cani e gatti

È arrivato il Natale e, a partire da questa sera, sarà un vero e proprio tripudio di leccornie in tavola: il cenone della vigilia, il pranzo natalizio, panettone, pandoro e fiumi di alcolici. Attenzione, però, perché quel che si mangia durante le feste potrebbe essere pericoloso per cani e gatti.

Ne abbiamo già fatto accenno in un precedente articolo, con cui si spiegano i pericoli generici del Natale per cani e gatti: certi alimenti sono decisamente tossici per gli amici a quattro zampe e possono portare non solo a fastidiosi effetti collaterali, ma addirittura alla morte. Come comportarsi, di conseguenza? Resistere ai capricci di Fido e Micio proprio durante le feste può essere difficile, ma la forza di volontà non deve mai venire meno: mai assecondare uno sguardo desideroso e nemmeno permettere agli animali di avvicinarsi alla tavola imbandita. Di seguito, una lista di ingredienti davvero pericolosi:

  • Aglio e cipolla: presenti largamente nei condimenti della cucina italiana natalizia, sono tossici sia per i cani e per i gatti, nonostante i primi godano di una soglia di sopportazione più alta. In generale, provocano scompensi a livello del sangue, con la diminuzione dei globuli rossi;
  • Ossa: durante il cenone, può venir la tentazione di consegnare agli animali domestici un ossicino di selvaggina, un avanzo di tavola. Sebbene i rischi per i cani siano minori rispetto ai gatti, entrambe le specie possono ferirsi il palato e l’intero apparato digerente per un’ingestione accidentale, tanto che spesso può rendersi necessario addirittura un intervento chirurgico;
  • Cioccolato: il cioccolato non solo abbonderà sulle tavole di Natale, ma sarà anche appeso all’albero in forma di palline decorative e sparso qua e là per la casa. Ma la cioccolata contiene la teobromina, una sostanza lontana parente della caffeina, particolarmente pericolosa per i cani;
  • Panettone: sebbene la sfoglia non sia tossica né per i cani né per i gatti, il panettone contiene uva, uvette e canditi. Queste leccornie sono altamente sconsigliate per gli animali domestici: sebbene i motivi non siano mai stati compresi appieno, danneggiano la funzionalità dei reni con effetti anche letali;
  • Pandoro: meno pericoloso il pandoro, ma è comunque sconsigliato perché, oltre a un altissimo contenuto di zuccheri, potrebbe presentare guarnizioni o ripieni di cioccolato;
  • Arachidi: una prelibatezza tipica del Natale, le arachidi possono provocare serie reazioni allergiche non solo agli umani, ma anche a cani e gatti;
  • Lardo: altro ingrediente molto diffuso in periodo di feste, pare sia connesso all’aumento delle pancreatiti nel gatto;
  • Creme e prodotti caseari: sebbene non direttamente tossici, i prodotti del latte possono causare diarrea a entrambe le specie, soprattutto se lavorati come le creme al formaggio o assunti in grande quantità;
  • Alcolici: gli alcolici sono sempre dannosi e letali per i cuccioli di casa, quindi non vanno somministrati mai per nessuna ragione, nemmeno durante le feste.

In definitiva, anche a Natale si segua la normale dieta dedicata ai nostri amici a quattro zampe. E si presti anche particolare attenzione, perché il 24 e il 25 dicembre potrebbe essere difficile trovare un veterinario disponibile.

24 dicembre 2012
Lascia un commento