Studiare gli effetti di cellulari e WiFi sul cervello dei più giovani. Questo l’obiettivo di uno studio triennale che sta per cominciare nel Regno Unito a opera dell’Imperial College e della University of London. La ricerca è stata commissionata dal Department of Health e dovrà indagare sugli eventuali danni alla salute per lo sviluppo delle attività cognitive o per il rischio tumori.

Il rapporto tra cellulari e sviluppo di patologie tumorali al cervello è uno degli argomenti più controversi degli ultimi anni, con studi precedenti che hanno presentato conclusioni spesso in conflitto. In particolare per quanto riguarda i più giovani c’è necessità di fare chiarezza in merito ai possibili danni alla salute, come spiega il Prof. Paul Elliot, direttore del Medical Research Council Centre for Environment and Health presso l’Imperial College:

Abbiamo bisogno di investigare perché è una tecnologia nuova. Le prove scientifiche disponibili al momento sono rassicuranti e non mostrano alcuna associazione tra esposizione alle onde radio legate all’utilizzo dei telefoni cellulari e i tumori al cervello negli adulti nel breve periodo, ma il supporto scientifico riguardante un utilizzo intensivo a lungo termine da parte dei bambini è limitato e poco chiaro.

Lo studio prenderà il nome di Study of Cognition, Adolescents and Mobile Phones (SCAMP) e interesserà circa 160 istituti scolastici londinesi. Punto centrale della ricerca sarà l’installazione di una “app” sul dispositivo mobile utilizzato dai bambini, che registrerà ogni utilizzo per quanto riguarda durata delle chiamate, numero di messaggi di testo o traffico Internet. Verranno inoltre eseguiti due controlli, all’età di 7 anni e a quella di 9.

Scopo finale della ricerca, secondo quanto ha affermato la Dr. Mireille Toledano of Imperial College e autrice principale dello studio, quello di raccogliere informazioni utili per una nuova consapevolezza in merito ai possibili rischi per quanto riguarda genitori e figli:

Considerato come i telefoni cellulari siano una nuova e rilevante, oltre che ampiamente diffusa, tecnologia all’interno delle nostre vite, la realizzazione dello studio SCAMP è importante nell’ordine della raccolta di prove con le quali portare avanti politiche informative e oltre, con le quali genitori e figli possano compiere scelte consapevoli.

20 maggio 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento