Cellulari e tumori al cervello, rischio tre volte maggiore in caso di uso prolungato. Secondo uno studio svedese, pubblicato sulla rivista Pathophysiology, coloro che utilizzano telefonini, smartphone e cordless più a lungo e con una frequenza superiore vedrebbero triplicate col tempo le possibilità di sviluppare un glioma, forma spesso mortale di patologia tumorale.

Gli anni e le ore giornaliere di utilizzo di cellulari e cordless influenzerebbero in maniera netta lo sviluppo di tumori al cervello, spiega l’autore dello studio Dr. Lennart Hardell, oncologo presso lo University Hospital di Orebro (Svezia):

Il rischio è tre volte più elevato dopo 25 anni di utilizzo. Questo possiamo vederlo chiaramente.

Conclusioni alle quali il ricercatore è giunto dopo avere confrontato, insieme con il co-autore dello studio, Dr. Michael Carlberg, 1,380 pazienti affetti da glioma con altri soggetti sani. I risultati sono stati poi rapportati all’utilizzo di dispositivi mobili come cellulari e cordless.

Chi aveva utilizzato un dispositivo mobile per un periodo di tempo compreso tra i 20 e i 25 anni mostrava una propensione quasi doppia allo sviluppo di glioma rispetto a chi ne aveva fatto ricorso per meno di un anno. Rischio doppio anche per gli utilizzatori “forti”, più di 1.486 ore, rispetto a chi non raggiungeva le 122.

Uno studio sul quale però non si sono fatte attendere le critiche di altri studiosi, tra le quali spicca la difficoltà da parte dei partecipanti di ricordare con esattezza la loro modalità di utilizzo durante i decenni passati. Un invito all’utilizzo di apparecchi, come gli auricolari o il vivavoce, che limitino il contatto tra la testa e il dispositivo arrivano tuttavia dal Dr. Gabriel Zada, University of Southern California.

Lo stesso Dr. Zada non risparmia ad ogni modo una critica allo studio, affermando come non aiuti a relazionare lo sviluppo di forme tumorali al cervello con l’utilizzo di dispositivi mobili come cellulari, smartphone e cordless:

Molte persone mi chiedono perché sviluppano tumori al cervello, ma ci sono molte differenti teorie. È un quadro molto più complesso dell’affermare semplicemente che i telefono cellulari possono provocarli.

13 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento