Nel 2010 il premio Nobel per la Fisica è stato assegnato ad Andre Geim e Konstantin Novoselov, per le loro ricerche sul grafene, un materiale costituito da strati monoatomici, bidimensionali e costituiti da atomi di carbonio, che ha dimostrato di avere eccezionali proprietà elettriche, termiche e meccaniche. Oggi un gruppo di ricercatori della Binghamton University, si sta concentrando sull’ossido di grafene, più facile da produrre e da lavorare e le cui proprietà possono essere regolate intervenendo chimicamente.

L’ossido di grafene è un isolante elettrico, ma se si interviene rimuovendo parte dell’ossigeno può diventare conduttivo. Il team, guidato da Jeffrey Mativetsky, assistente professore di fisica all’Università di Binghamton, e il dottorando Austin Faucett hanno utilizzato la sonda di un microscopio a forza atomica per innescare delle reazioni chimiche a livello locale e sono riusciti a dimostrare che le caratteristiche elettriche di conduttori piccolissimi, delle dimensioni nanometriche (circa 4 nanometri), possono essere organizzate su singoli strati di ossido di grafene.

Si tratta del più elevato livello a cui si è spinto il mondo scientifico nel controllo spaziale delle proprietà elettriche. Mativetsky spiega inoltre come le metodologie seguite siano a basso impatto per l’ambiente:

A differenza dei metodi standard per manipolare le proprietà dell’ossido di grafene, il nostro processo può essere implementato in condizioni ambientali ed è eco-benigno, il ché lo rende un promettente passo verso l’integrazione concreta di ossido di grafene nelle tecnologie del futuro.

Lo stesso ricercatore spiega che la riuscita di questi esperimenti potrebbe portare ad una rivoluzione nel settore dell’elettronica flessibile, dei sensori, ma anche delle celle solari e dei dispositivi biomedicali, grazie alla creazione di conduttori a scala nanometrica in ossido di grafene. Per la facilità di sintesi e lavorazione del materiale si aggiungono inoltre i bassi costi che potrebbero aiutarlo a raggiungere una buona posizione sul mercato.

16 ottobre 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Mex silvio , venerdì 16 ottobre 2015 alle19:30 ha scritto: rispondi »

per la chimica terrestre il carbonio ha due ossidi , CO ; CO2 , e sono tutte e due volatili a temperatura ambiente ...!!!!????

Lascia un commento