Un nuovo metodo produttivo promette di rendere più stabili e maggiormente resistenti al calore le celle solari in perovskite. La tecnica descritta sulla rivista Journal of the American Chemical Society è frutto del lavoro di ricerca della Brown University, del National Renewable Energy Laboratory (NREL) e del Qingdao Institute of Bioenergy and Bioprocess Technology della Chinese Academy of Sciences.

Gli scienziati sono riusciti a convertire un tipo di perosvkite in un altro più resistente alle alte temperature, senza sacrificare la struttura cristallina a cui si deve l’efficienza della tecnologia. Il metodo rimedierà a uno dei punti deboli delle celle solari in perovskite: la scarsa resistenza alle alte temperature.

Le celle solari in perovskite si basano su un materiale noto come MAPbI3 che tende a degradarsi a una temperatura di 85°C. Un problema che rende la tecnologia immatura per il mercato dei pannelli solari. Un impianto fotovoltaico deve durare diversi anni senza perdere in efficienza per permettere agli utenti di rientrare nell’investimento iniziale.

I ricercatori hanno ottenuto celle solari basate sul FAPbI3, un tipo di perovskite più efficiente, esponendo il film sottile del MAPbI3 al gas della “formamidine” a una temperatura di 150°C. Il processo messo a punto è semplice e può essere replicato facilmente su scala industriale.

Il film realizzato con la nuova tecnica assorbe in modo più efficiente la luce solare ed è stabile termicamente. L’efficienza raggiunta dalle celle solari in perovskite basate sul FAPbI3 è stata del 18%, una percentuale non lontana dal 20-25% raggiunto dalle celle in silicio in commercio.

Gli scienziati si dicono ottimisti sul potenziale della tecnologia. Le celle solari in perovskite presentano numerosi vantaggi: sono nettamente più economiche rispetto alle celle solari in silicio e hanno un campo di applicazione molto vasto. Grazie alla struttura cristallina possono essere integrate nelle finestre degli edifici realizzando film semi-trasparenti. In coppia con le celle al silicio possono inoltre aumentare l’efficienza del fotovoltaico.

26 aprile 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento