Per capire come sta evolvendo il panorama dell’energia prodotta da fonti rinnovabili a livello globale può tornare utile dare uno sguardo a quelle che sono le principali aziende attive nella fornitura delle componenti utilizzate all’interno degli impianti. A questo proposito risulta interessante la classifica pubblicata dal sito PV-Tech, sulla base dei dati raccolti dalla parent company Solar Media.

=> Fotovoltaico record negli USA grazie a Obama, scopri perché

Si tratta di una Top 10 che mette in fila i dieci principali produttori di celle solari per quanto riguarda il 2016. Una doverosa precisazione: la “chart” considera esclusivamente le realtà che si occupano di realizzare le celle e non i moduli che vengono poi installati sui tetti delle abitazioni, degli edifici o nei cosiddetti impianti di “utility scale”.

=> Installazioni record per il fotovoltaico nel 2016 grazie alla Cina, leggi i dati

Da notare che, nove tra i dieci nomi dell’elenco, hanno localizzato la loro produzione in Cina. La maggioranza dispone inoltre di strutture nell’area del sudest asiatico. Questo a testimonianza di come, nonostante la legislazione antidumping vigente in Europa, l’Oriente continui a giocare un ruolo da protagonista del mercato a livello mondiale.

Top 10 produttori di celle solari

  1. Hanwha Q-CELLS;
  2. JA Solar;
  3. Trina Solar;
  4. First Solar;
  5. JinkoSolar;
  6. Motech;
  7. Tongwei Solar;
  8. Yingli Green;
  9. Canadian Solar;
  10. Shunfeng.

Un dato interessante è quello che fa emergere una frammentazione estremamente elevata del mercato: secondo PV-Tech, sommando la capacità produttiva delle aziende che rientrano nella Top 10, non si arriva al 40% del volume complessivo di celle distribuite in tutto il mondo.

Questo evidenzia come, nell’ambito del solare e del fotovoltaico, il numero di società attive sia incredibilmente elevato, in conseguenza al boom del settore registrato negli anni scorsi.

Difficilmente la classifica subirà scossoni o capovolgimenti nel corso del 2017 appena iniziato. Potrebbero però beneficiarne coloro che sceglieranno di puntare sulla ricerca e sullo sviluppo di soluzioni innovative, creando componenti caratterizzate da un’efficienza più elevata rispetto a quella attuale, un’evoluzione auspicata da più parti e che sembra essere possibile alla luce delle più recenti scoperte, come quelle legate all’impiego di materiali come la perovskite, semiconduttori evoluti o nanotecnologie.

31 gennaio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento