Celiachia: arriva il primo vaccino per prevenirla

Chi soffre di celiachia deve fare ricorso necessariamente ad un’alimentazione particolare, consumando cibi senza glutine, per evitare che si manifestino tutti i sintomi connessi a questo disturbo. Le cose potrebbero cambiare notevolmente, visto che è stato messo a punto il primo vaccino che potrebbe aiutare a prevenire la celiachia.

La scoperta è stata realizzata dai ricercatori del WEHI e del Royal Melbourne Hospital. Gli scienziati hanno spiegato che le sostanze contenute nel vaccino puntano direttamente alle cellule che si occupano di gestire il glutine all’interno dell’organismo umano.

In questo modo il corpo, proprio grazie all’azione del vaccino contro la celiachia, imparerebbe a gestire il glutine in maniera diversa.

È come se, attraverso la somministrazione di varie dosi di vaccino, il sistema immunitario imparasse a tollerare la presenza del glutine arrivato nel corpo umano attraverso i cibi consumati.

=> Leggi perché i cibi senza glutine contengono più grassi e meno proteine e fibre

Ecco perché il vaccino contro la celiachia si configurerebbe come una scoperta importante contro questa condizione che costringe molte persone ad avere a che fare con un’alimentazione specifica e restrittiva.

In chi soffre di celiachia il cibo con il glutine può provocare danni all’intestino tenue, creando una condizione di infiammazione nelle cellule intestinali. Inoltre, proprio a causa del glutine, le persone celiache possono soffrire di mancato assorbimento delle sostanze nutritive più importanti.

Il mancato assorbimento delle sostanze nutritive non è un problema da sottovalutare, perché si potrebbe arrivare anche a condizioni di malnutrizione, con conseguenze importanti in termini di salute. I ricercatori assicurano che con il vaccino tutti questi problemi possono avere fine.

5 novembre 2018
Lascia un commento