Un nuovo video virale sta rimbalzando da un angolo all’altro dei social network e, per una volta, protagonisti non sono simpatici cani o maldestri gattini. A finire sotto la lente d’ingrandimento dei navigatori è un cavallo, rimasto bloccato in una vasca da bagno. Il tutto accade a Sacramento, in California, fortunatamente senza alcuna conseguenza per l’animale.

Protagonista della vicenda è Phantom, una cavallina dal manto chiaro di ben 30 anni d’età, custodita in un allevamento locale della California. I vigili del fuoco l’hanno trovata bloccata in una vecchia vasca da bagno all’aperto, impossibilitata a risollevarsi data la difficoltà di poggiare gli zoccoli sul terreno. Come vi sia finito non è ben chiaro ma, oltre a un comprensibile spavento, l’animale non ha riportato traumi né alcuna ferita.

La vasca da bagno in questione si trova all’interno del recinto della tenuta, dove i cavalli possono galoppare liberamente, e viene normalmente utilizzata come grande contenitore per cibo e paglia. Una mangiatoia a tutti gli effetti, a cui i cavalli pare siano da anni abituati. Per delle ragioni non ancora ben note, forse una semplice caduta, l’esemplare lo scorso giovedì vi si è incastrato senza poi riuscire a rialzarsi.

Chiamati i vigili del fuoco del Metropolitan Fire District, la cavallina è stata facilmente liberata semplicemente sollevando la vasca: poggiati gli zoccoli a terra, è immediatamente tornata a correre. Sono però passati ben 25 minuti a zampe all’aria prima che lo sfortunato equino potesse abbandonare la sua improvvisata trappola.

Stando a quanto riportato da Metro, vi sarebbe stata anche un’iniziale incomprensione tra i proprietari del cavallo e il servizio telefonico per le emergenze dei vigili del fuoco. Spiegato come l’animale si fosse incastrato in una vasca, gli agenti avrebbero chiesto ripetutamente conferma, ipotizzando fosse in realtà il marito o un familiare a essere vittima di un incidente domestico. Giunti sul posto, l’arcano è stato ovviamente svelato. Di seguito, il filmato dell’impresa.

9 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento