Rappresentano da sempre uno dei simboli di Roma, seppur negli ultimi anni abbiano catalizzato le attenzioni dell’opinione pubblica, tra chi vorrebbe proseguirne la tradizione e chi, invece, preferirebbe altre alternative all’impiego di animali. Le classiche botticelle trainate da cavalli, tuttavia, potrebbero essere giunte a un punto di svolta: in futuro pare verranno sostituite con delle alternative elettriche, queste ultime comode, silenziose e naturalmente ecologiche.

Della possibilità di rinunciare alle classiche botticelle romane se ne discute ormai da diverso tempo, anche e soprattutto per via di una maggiore sensibilità nei confronti degli animali e del loro impiego per servizi di intrattenimento dei turisti. Negli anni diverse amministrazioni comunali hanno cercato di avviare dei progetti alternativi, sebbene non giunti a concretizzazione, ma una svolta potrebbe arrivare dall’attuale giunta capitanata da Virginia Raggi. Una promessa fatta lo scorso anno in campagna elettorale e, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, pronta a trasformarsi in realtà.

=> Scopri il santuario dei cavalli


Così come riferisce il quotidiano, l’Assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari ha confermato l’impegno della giunta capitolina:

Stiamo attuando il regolamento per togliere le botticelle con i cavalli dalla strada, insieme con il dipartimento Mobilità.

=> Scopri l’intelligenza dei cavalli


La sostituzione dei cavalli potrebbe avvenire tramite l’introduzione su strada di botticelle elettriche, già note dal 2013 quando vennero presentati alla stampa i primi esemplari. Una transizione, tuttavia, che penserà anche alle esigenze dei vetturini, poiché sembra nessuno perderà il lavoro. Le attuali licenze verranno infatti convertite e i mezzi elettrici messi a disposizione degli stessi vetturini, mentre i cavalli rimarranno presenti solo nelle ville storiche della città.

Le principali associazioni animaliste, da anni in prima linea per richiedere lo stop ai cavalli per i servizi rivolti ai turisti della Capitale, hanno accolto la notizia con curiosità, ma anche con una certa cautela, in attesa di una finalizzazione del tanto sperato progetto.

25 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento