Le scene macabre di “The Walking Dead”, serie televisiva di culto a sfondo zombie, hanno impressionato gli attori a tal punto da convincerli a diventare vegetariani. È quanto confessa il cast in una recente intervista: a sangue e brandelli di carne umana, gli interpreti fanno fronte con verdure e altri prodotti dell’orto.

Il primo a fare coming out vegetariano, se così si può definire, è Norman Reedus: l’attore che interpreta Daryl Dixon nella serie. Stupito e nauseato dagli incredibili effetti speciali a cui sarebbe sottoposto sul set, ha optato per l’esclusione della carne dal proprio menu:

Sono diventato vegetariano e sono per questo abbastanza depresso.

La reazione è stata abbastanza spontanea, così come la produzione dello show conferma, quest’ultima costretta a modificare il catering del set con un menu all’80% vegetariano:

Dopo aver visto i Walkers consumare della realistica carne umana insanguinata, o aver ammirato delle teste e altre parti del corpo fatte a pezzi, nessuno ha voluto più consumare né carne rossa né pollo.

La conversione vegetariana di gran parte del cast, così come sempre la produzione conferma, sarebbe un fatto del tutto naturale e fisiologico. Sui set degli show a sfondo horror, o comunque molto macabri, capita di sovente che sia gli attori che lo staff si dichiarino nauseati da quanto vissuto durante il girato.

È proprio per questo che si ricorre a catering vegetariani e vegani, per agevolare il relax di tutti i membri almeno in pausa pranzo. Non è però tutto poiché, nonostante la serie abbia già superato il lustro, sembra proprio che gli interpreti fatichino ad abituarsi a sangue, make-up zombie e altri stratagemmi di scena.

Non si può dar loro certamente torto: “The Walking Dead”, di cui negli Stati Uniti è appena cominciata la quinta stagione, promette di mostrare scene sempre più truci e insanguinate. E agli attori non resta che consolarsi con foglie di lattuga, timballi al tofu e seitan e tutte le altre prelibatezze dell’orto.

20 ottobre 2014
Fonte:
I vostri commenti
liliana, martedì 21 ottobre 2014 alle20:11 ha scritto: rispondi »

meglio tardi che mai........mi piacerebbe sapere perché , spero non perché va di moda......

Lascia un commento