Singolare iniziativa quella di una casa di riposo per anziani, che ha obbligato i suoi ospiti a non nutrire i gatti di zona. La decisione pare irremovibile e costringerebbe gli ospiti della struttura a evitare e allontanare apertamente i felini, così da non incentivare il nutrimento gratuito. Il centro situato a Monte Porzio Catone, nei pressi di Roma, risulterebbe una struttura gestita dall’Inps. I gatti invece membri di una colonia regolarmente registrata, situata proprio all’interno del giardino della casa di riposo e quindi parte integrante del complesso.

Secondo alcune informazioni agli anziani è stato ordinato di non fornire cibi ai gatti, in caso contrario potrebbero anche rischiare l’espulsione dalla casa di riposo. Un dirigente della struttura avrebbe scritto un avviso rivolto a tutti gli ospiti, condannando l’usanza quotidiana dell’accudimento dei gatti. Una missiva che ha lasciato sorpresi e stupiti tutti gli anziani del ricovero, soliti coccolare e rifocillare i presenti nella colonia e alcuni piccoli cinghiali di zona ormai addomesticati. Queste le parole del dirigente:

non è consentito asportare alcun tipo di residuo alimentare e lo stesso non può essere distribuito come cibo per i gatti o i cinghiali.

La lettera includeva la possibilità di allontanare gli anziani dalla casa di cura, in particolare se avessero proseguito nell’errore. Per questo motivo alcuni di loro si sono rivolti al tribunale degli animali di AIDAA, che è pronto ad avviare le pratiche legali. Impossibile vietare di curare e cibare gli abitanti di una colonia con gli avanzi della cucina, questo è consentito anche tramite le mense e i ristoranti. Inoltre, come sostiene Lorenzo Croce, presidente dell’associazione:

[…] la minaccia di espulsione per persone anziane e fragili, è una vera violenza. Un ignobile e vergognoso ricatto sulla pelle degli anziani per il quale abbiamo inviato una comunicazione al ministero della Salute perché agisca immediatamente contro questa situazione intollerabile.

28 ottobre 2014
Fonte:
I vostri commenti
fabio, martedì 28 ottobre 2014 alle18:52 ha scritto: rispondi »

l'uomo fa agli animali quello che fa ai suoi simili,. l'uomo saprà proteggere gli animali quando l'uomo saprà proteggersi da se stesso.

Pat, martedì 28 ottobre 2014 alle11:39 ha scritto: rispondi »

SCANDALOSO E INCIVILE quel che è successo nella casa di riposo a Monteporzio !! Denota anche una notevole ignoranza sul benessere dell'anziano . Nei paesi più civili del nostro ci sono case di Riposo e CASE DI CURA CHE ACCOLGONO ANZIANI COI LORO PETS. Si sta cercando di introdutli anche negli Ospedali Pediatrici...e noi diamo queste belle prove di INCOMPETENZA al mondo !! Complimenti Monteporzio !! Complimenti Roma !!!

Carla, martedì 28 ottobre 2014 alle10:43 ha scritto: rispondi »

La solita Italia , dalle grandi contraddizioni....

Lascia un commento