Carrefour ritira cereali per la colazione

È allerta alimentare per alcune confezioni di mix 5 cereali “C’è di buono Pedon” e per i cereali precotti “In Forma” Carrefour. Si sospetta la presenza di un rischio microbiologico, perché potrebbe essere presente un batterio del gruppo Bacillus cereus.

Varie catene di supermercati hanno deciso di ritirare i cereali dai loro scaffali dopo l’intervento del Ministero della Salute su questa specifica allerta alimentare. I mix di cereali che sono stati ritirati sono stati prodotti da Pedon Spa. La produzione è avvenuta nella fabbrica di Molvena, in provincia di Vicenza, in via del Progresso 32.

=> Scopri il ritiro di un lotto di tonno Mareblu


All’allerta alimentare hanno fatto seguito le opinioni degli esperti, i quali raccomandano di non consumare i lotti interessati dal rischio microbiologico. Si tratta delle confezioni da 500 grammi che, per quanto riguarda Pedon, presentano le date di scadenza al 31/07/2020 e all’01/08/2020. Per quanto riguarda i cereali Carrefour, invece, la data di scadenza dei lotti interessati dai sospetti è quella del 29/02/2020.

I consumatori che hanno acquistato le confezioni dovrebbero riportare il prodotto presso i punti vendita. Il batterio Bacillus cereus infatti potrebbe causare diversi sintomi, soprattutto diarrea e vomito. È un tipo di batterio che si trova di solito nell’ambiente in forma naturale, ma può dare luogo a dei disturbi quando viene ingerito con cibi contaminati. Di solito, il Bacillus cereus si può trovare nel suolo e nella polvere.

=> Scopri il ritiro delle uova contaminate da salmonella


Può provocare delle intossicazioni alimentari, quando casualmente contamina vari cibi come riso, vegetali, carne, latte e prodotti derivanti dalla sua lavorazione. Occasionalmente lo si può trovare anche nelle salse e nelle minestre che non sono conservate in maniera adeguata o nei prodotti che, dopo la cottura, non sono stati raffreddati in maniera veloce.

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente dello Sportello dei Diritti Giovanni D’Agata, che ha messo in evidenza le raccomandazioni possibili legate a scopi prettamente precauzionali.

I consumatori possono telefonare al produttore, mettendosi in contatto con il numero verde 800034437 e hanno la possibilità di ottenere il rimborso.

25 ottobre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento