Carpooling per concerti ed eventi, arriva Flootta

In Europa la pratica di condividere l’auto è molto diffusa. Chi scrive ha utilizzato il covoiturage, termine francese per l’internazionale carpooling, per spostarsi da Parigi alla Bretagna. Risultato: viaggio a un terzo del biglietto col treno e un’auto, che senza tale servizio si sarebbe spostata con il solo conducente, ha portato al contrario altre tre persone. Ecologicamente ed economicamente parlando, non male.

Per chi non conoscesse come funziona il carpooling, tramite un sito Internet si può prenotare un passaggio o mettere a disposizione alcuni sedili della propria auto, comunicando destinazione ed eventuali tappe intermedie. Comodo, ma secondo i creatori di Flootta non basta. E vogliamo proprio parlarvi del loro nuovo servizio che promette di contribuire ancora di più alla diffusione del carpooling.

Si tratta di un sito in cui prenotare o mettere a disposizione sedili per andare a singoli eventi. Che sia il derby o il concerto della vostra rockband preferita (ma anche una cena di lavoro), il risparmio e un contributo importante alla riduzione dell’inquinamento sarà assicurato.

Certo in Italia il carpooling di suo non è purtroppo molto diffuso – anche se Legambiente prova a promuoverlo -, probabilmente anche a causa di una certa diffidenza verso gli estranei tipica delle nostre parti. Eppure, crediamo che proprio la declinazione proposta da Flootta possa riuscire a sfondare. Infatti, rispetto al carpooling tradizionale, in questo caso l’agenzia avrà un ruolo più attivo nell’organizzare la flotta, rendendo più facili e meno freddi i contatti umani. Come spiegano gli stessi membri dello staff nel comunicato ufficiale:

Il suo funzionamento è immediato come il suo nome:

  1. Quando è previsto un evento o un appuntamento che richiamerà un gruppo di persone più o meno esteso, un organizzatore crea una flotta attivando una bacheca di viaggio su Flootta.com;
  2. L’organizzatore invita i partecipanti a visitare la bacheca e a comporre gli equipaggi inserendosi come autisti della propria auto o passeggeri delle altre, in base alla propria provenienza e alle proprie preferenze;
  3. Con l’avvicinarsi dell’appuntamento tutti i membri del gruppo avranno un posto in auto e la flotta sarà pronta per partire risparmiando.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale e il video illustrativo.

13 novembre 2012
Lascia un commento